Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Varie
 Università, Orientamento, Lavoro
 Lavoro da biologo in italia
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Risorse di Università e Lavoro: Siti di Università - enti di ricerca e Lavoro Ultime notizie
Pagina Precedente | Pagina Successiva

Tag   lavoro    biologo    italia  Aggiungi Tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione
Pagina: di 5

username
Nuovo Arrivato



26 Messaggi

Inserito il - 22 settembre 2013 : 12:27:48  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di username Invia a username un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da jinx
se si fanno le scelte giuste e se sei bravo si riesce a lavorare come cra o in generale nella ricerca clinica. bisogna farsi il culo, essere bravi e non c'è spazio per il vittimismo.

Cosa intendi per scelte giuste? Inoltre questo cra mi dà come l'idea di essere un lavoro più da medici che da biologi o mi sbaglio?

Citazione:
Messaggio inserito da ValeCGC
io non consiglio di studiare medicina se non si ha la vocazione a fare il medico, ho troppa etica per consigliare una cosa del genere e purtroppo ho incontrato, come paziente, tanti medici che facevano i medici solo per il guadagno, approssimativi, ma soprattutto saccenti, maleducati e che senza motivo terrorizzavano i pazienti.. o completamente privi di empatia... che cosa brutta...


Ma a quanto ho capito uno può studiare medicina all'università e poi può comunque fare qualsiasi lavoro che potrebbe fare un biologo perciò uno può studiare medicina e poi guardarsi bene dal fare il medico no?

Citazione:
Messaggio inserito da ValeCGC
so di scrivere sempre cose scoraggianti, ma preferisco essere realista, studiare biologia per voler fare il biologo in italia, magari facendo carriera, e prendendo uno stipendio figo è pura fantascienza.. pensare di essere in un paese meritocratico pure.. pensare che basta varcare il confine per sistemarsi... beh anche... pensare ancora che si trova di sicuro lavoro in svizzera... o pensare agli stipendi che prendono all'estero rapportandoli a quelli in italia e pensare a quanto prendono bene... è vivere in un universo parallelo, perchè cmq il costo della vita è diverso... in svizzera uno stipendio corrispondente a 3000 euro è piuttosto basso se ci vuoi pure vivere..

Fai bene a essere realista, è proprio questo che mi interessa!
Torna all'inizio della Pagina

ValeCGC
Utente



746 Messaggi

Inserito il - 22 settembre 2013 : 22:57:09  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ValeCGC Invia a ValeCGC un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
il medico non è formato x la ricerca xò
Torna all'inizio della Pagina

username
Nuovo Arrivato



26 Messaggi

Inserito il - 23 settembre 2013 : 21:28:46  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di username Invia a username un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da ValeCGC

il medico non è formato x la ricerca xò

E però prima mi si diceva che un medico anche nella ricerca ha più opportunità, quindi perché questo se non è formato per la ricerca?
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6915 Messaggi

Inserito il - 23 settembre 2013 : 21:53:43  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
semplicemente perché può fare ricerca clinica, preclinica e di base, mentre il biologo può stare solo nella preclinica e in quella di base. In pratica il medico può fare ricerca sui tulipani, se vuole, ma il biologo non può fare ricerca clinica.

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

ValeCGC
Utente



746 Messaggi

Inserito il - 26 settembre 2013 : 16:06:00  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ValeCGC Invia a ValeCGC un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
username, il fatto che possa (cioè che una laurea in medicina apra diverse porte anche quelle che non "dovrebbe") non implica che sia formato per farla...dopo 6 anni di medicina con ogni probabilità non sa neanche come è fatto un laboratorio..
medicina ha un approccio completamente diverso di studio rispetto a biologia e dà una forma mentis diversa
Torna all'inizio della Pagina

username
Nuovo Arrivato



26 Messaggi

Inserito il - 27 settembre 2013 : 21:37:29  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di username Invia a username un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
e se però uno vuole fare ricerca e studia biologia di fatto 99% finisce col non fare ricerca, dico bene? dunque come la mettiamo?
Torna all'inizio della Pagina

ValeCGC
Utente



746 Messaggi

Inserito il - 28 settembre 2013 : 01:29:31  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ValeCGC Invia a ValeCGC un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
la mettiamo che i medici tante volte usurpano il lavoro dei biologi, ma che un medico dopo il corso di laurea di sei anni non ha il percorso di studi adatto per fare il ricercatore, poi lo fa lo stesso, ma studia materie anche uguali solo in modo diversa, da un'ottica diversa, si può fare un dottorato di ricerca e imparare, per carità, ma per quanto io sia una persona pratica, e per pratica intendo anche proprio nel dire se trovi da spazzino fai lo spazzino e fine, trovo che chi vuole fare il medico dovrebbe studiare medicina, chi vuole fare altro dovrebbe fare altro e non scegliere la facoltà di medicina per convenienza... non è una laurea in economia o affini, è una laurea che per come la vedo io si basa sulla vocazione come i voti che prendono gli ecclesiasti, poi sicuramente esagero io, per carità, ma se vuoi fare ricerca fai biologia e vai all'estero, se vuoi fare il medico fai medicina, se vuoi fare l'architetto fai architettura...
sarò tarata io, ma la penso così...
e sai quante volte ho sentito studenti di medicina della mia università che noi biologi studiavamo biologia solo perchè non eravamo riusciti a entrare a medicina ahahah sono scelte di vita e non di convenienza, fare il pizzaiolo con la laurea in biologia è una scelta di convenienza

poi insomma fai come ti pare naturalmente, se vuoi fare medicina fai medicina, poi se vuoi fare il medico fai la scuola di specializzazione oppure non farla per fare guardia medica o mi pare anche medico estetico oppure fai un dottorato per imparare a stare in un laboratorio e a tenere in mano una micropipetta vedi te!
Torna all'inizio della Pagina

jinx
Utente Junior



199 Messaggi

Inserito il - 28 settembre 2013 : 02:13:13  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di jinx Invia a jinx un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ma chi te lo fa fare di scegliere una laurea che ti dà offerte lavorative minime, non ha alcun senso. l'avessero fatto capire a me all'inizio dell'università ora non starei qui a non dormire la notte per pensare a che inventarmi a livello lavorativo. io come tutti quelli laureati con me che decidono di non cercare dottorati. il tempo per studiarsi la biologia per passione si trova, figurati. così come è semplice recuperare quell'anno e mezzo di laboratorio che i biologi fanno e i medici no.
Torna all'inizio della Pagina

username
Nuovo Arrivato



26 Messaggi

Inserito il - 02 ottobre 2013 : 21:40:22  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di username Invia a username un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A questo punto un'altra domanda che mi sorge spontanea: nel campo della biologia ciò che più mi interessa è l'ingegneria genetica e la neurobiologia, sono quelli due campi di ricerca abbastanza "comuni"? Immagino che uno non è che dopo che ha fatto il dottorato si sceglie in cosa fare ricerca, spera di trovare un posto. Quindi quanto è probabile finire in uno di quei due campi? sia in italia(?) che all'estero ovviamente
Torna all'inizio della Pagina

jinx
Utente Junior



199 Messaggi

Inserito il - 03 ottobre 2013 : 14:16:34  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di jinx Invia a jinx un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da username

A questo punto un'altra domanda che mi sorge spontanea: nel campo della biologia ciò che più mi interessa è l'ingegneria genetica e la neurobiologia, sono quelli due campi di ricerca abbastanza "comuni"? Immagino che uno non è che dopo che ha fatto il dottorato si sceglie in cosa fare ricerca, spera di trovare un posto. Quindi quanto è probabile finire in uno di quei due campi? sia in italia(?) che all'estero ovviamente




non voglio essere distruttivo però se dopo quattro anni di esami e un anno di laboratorio ti accorgi che la ricerca non fa per te, nel senso che ti accorgi che non ti piace molto spipettare, fare diluizioni, lavare la vetreria e scrivere sulle petri per il 90% del tuo tempo, oppure se a 25 anni ti accorgerai che per una qualsiasi ragione non potrai lasciare l'italia oppure che non sei abbastanza bravo (oppure abbastanza sponsorizzato dal tuo laboratorio) per vincere un phd all'estero in ingegneria genetica o neurobiologia, che farai?

prima di decidere che volete diventare ricercatori in neurobiologia passate un anno ad analizzare cellule col patch clamp prendendo ordini da qualcuno. non è proprio divertentissimo eh, potreste pure accorgervi che magari non fa per voi e vi chiedere che potrete farci con la vostra sudata laurea in biologia. prendetevi una laurea forte, per passare alla ricerca c'è sempre tempo.
Torna all'inizio della Pagina

username
Nuovo Arrivato



26 Messaggi

Inserito il - 03 ottobre 2013 : 20:49:00  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di username Invia a username un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da jinx
prendetevi una laurea forte, per passare alla ricerca c'è sempre tempo.


1) che significa prendersi una laurea forte? Qualcosa che anche se totalmente distante dalla biologia dia da vivere?
2)"per passare alla ricerca c'è sempre tempo" cosa intendi con questo?
Torna all'inizio della Pagina

jinx
Utente Junior



199 Messaggi

Inserito il - 03 ottobre 2013 : 22:15:31  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di jinx Invia a jinx un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da username

Citazione:
Messaggio inserito da jinx
prendetevi una laurea forte, per passare alla ricerca c'è sempre tempo.


1) che significa prendersi una laurea forte? Qualcosa che anche se totalmente distante dalla biologia dia da vivere?
2)"per passare alla ricerca c'è sempre tempo" cosa intendi con questo?




tutto il discorso fatto prima. se prendi medicina puoi fare tutta la ricerca che vuoi ma hai anche mille altre strade. non so probabilmente anche con ingegneria biomedica (potrei sbagliare) ci sono molte più possibilità includendo anche la ricerca. pure con farmacia e agraria puoi fare ricerca similissima a quella biologica, insomma scegliere biologia in questo momento di crisi mi sembra proprio una cavolata. poi oh non devo convincere nessuno, ognuno faccia ciò che vuole
Torna all'inizio della Pagina

username
Nuovo Arrivato



26 Messaggi

Inserito il - 05 ottobre 2013 : 19:29:30  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di username Invia a username un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ecco proprio riguardo ingegneria biomedica, stavo proprio considerando quel corso, di fatto in cosa consiste? Mi sembra di capire che si tratta di progettazione di apparecchiature diagnostiche o cosa?
Torna all'inizio della Pagina

Arnydoc
Nuovo Arrivato



37 Messaggi

Inserito il - 05 ottobre 2013 : 21:34:13  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Arnydoc Invia a Arnydoc un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
io studio medicina, posso darti giusto i miei "two cents" in merito. tieni presente innanzitutto che in un corso di laurea in medicina il tempo che viene dedicato a materie come biologia e genetica non è certo quello che viene dedicato alle stesse materie in un corso di laurea in biologia o biotecnologie. questo è il primo punto: se pensi di iscriverti a medicina e di fare 6 anni continuando a studiare la biologia cellulare e molecolare e la genetica assolutamente non è così. per dire: biologia e genetica sono dei corsi specifici limitati ai primi anni. servono da "base" per tutte le materie che affronterai negli anni successivi, che saranno più o meno tutte orientate alla clinica.

di solito quando si pensa a medicina si pensa al corso in anatomia, e non è un caso: il tempo che si dedica alla biologia cellulare non è neanche un terzo di quello che si dedica all'anatomia - giustamente, visto che è un corso di laurea in medicina - , che è la materia che, assieme a fisiologia, sarà la materia che occuperà la maggior parte del tuo tempo dedicato allo studio nei primi tre anni.
poi verranno le materie cliniche: propedeutiche ad esse saranno la patologia e la fisiopatologia, poi si passerà a tutta la componente più specificamente medica. ovvero si tratteranno le condizioni patologiche (dalla A alla Z) che si affronteranno in reparto d'ospedale (non dimenticare che buona parte del tempo sarà dedicata al tirocinio in ospedale).

se tutto questo può piacerti ed appassionarti, ok. iscriviti a medicina. per esempio, io mi ero iscritto a medicina consapevole sia della possibilità di fare ricerca medica, sia della possibilità di occuparmi dell'aspetto clinico, ed entrambe le componenti mi affascinavano, e mi affascinano tuttoggi. infatti, più procedo con lo studio della parte clinica, più resto affascinato dal contributo che la parte scientifica pura è riuscita a fornire alla possibilità di trattare le varie condizioni patologiche e altrettanto mi affascina il contributo che la parte clinica sa dare alla ricerca di base fornendole un orientamento.
in ogni caso, in me prevale sicuramente (almeno al momento) l'interesse per la parte clinica della medicina.

se non hai l'interesse per la parte medica, sarà un po' complicato farsi 6 anni quasi tutti orientati alla clinica. pensaci bene, prima di fare il test di ammissione... forse l'idea dell'ingegneria biomedica - che probabilmente offre molti più sbocchi rispetto alla biologia -, se proprio hai questa voglia di fare ricerca, sarebbe da prendere in considerazione.
ovviamente è una decisione che spetta a te.
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 06 ottobre 2013 : 10:17:05  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
non voglio essere distruttivo però se dopo quattro anni di esami e un anno di laboratorio ti accorgi che la ricerca non fa per te, nel senso che ti accorgi che non ti piace molto spipettare, fare diluizioni, lavare la vetreria e scrivere sulle petri per il 90% del tuo tempo, oppure se a 25 anni ti accorgerai che per una qualsiasi ragione non potrai lasciare l'italia oppure che non sei abbastanza bravo (oppure abbastanza sponsorizzato dal tuo laboratorio) per vincere un phd all'estero in ingegneria genetica o neurobiologia, che farai?

prima di decidere che volete diventare ricercatori in neurobiologia passate un anno ad analizzare cellule col patch clamp prendendo ordini da qualcuno. non è proprio divertentissimo eh, potreste pure accorgervi che magari non fa per voi e vi chiedere che potrete farci con la vostra sudata laurea in biologia. prendetevi una laurea forte, per passare alla ricerca c'è sempre tempo.


Wow, che visione distorta della ricerca che hai...

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

username
Nuovo Arrivato



26 Messaggi

Inserito il - 06 ottobre 2013 : 12:34:13  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di username Invia a username un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
@Arnydoc grazie per il tuo punto di vista da studente di medicina

Citazione:
Messaggio inserito da chick80
Wow, che visione distorta della ricerca che hai...


Cosa intendi? cosa ha detto che non condividi?
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 06 ottobre 2013 : 13:57:02  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Beh, sono 10 anni che faccio ricerca e mi sembrerebbe estremamente riduttivo dire che la ricerca sia "spipettare, fare diluizioni, lavare la vetreria e scrivere sulle petri". Quella è la parte pratica, e sicuramente se non ti piace allora la ricerca non fa per te, ma c'è tutta la parte di studio della letteratura, analisi dei dati, riflessione sul significato dei risultati e sulla direzione da far prendere al tuo progetto, oltre alla scrittura di progetti, domande di finanziamento, articoli, presentazioni, al fare da reviewer per articoli e grant, all'interazione con il pubblico (e, sì, un buon ricercatore dovrebbe fare anche quello!) e tante altre cose.

Seconda cosa:
Citazione:
prima di decidere che volete diventare ricercatori in neurobiologia passate un anno ad analizzare cellule col patch clamp prendendo ordini da qualcuno.


Questa frase non vuol dire nulla. Posso dire allo stesso modo: "prima di decidere che vuoi fare il panettiere passa un anno a fare delle baguettes alle 4 del mattino prendendo ordini da qualcuno". E' esattamente la stessa cosa. E comunque fare patch clamp può essere anche molto divertente!

Non so, io non vedo il mio capo come qualcuno che "mi da degli ordini". Se hai un rapporto del genere con il tuo capo cercati un altro laboratorio... Io vedo il mio capo come qualcuno con cui discutere del progetto, che ha più esperienza di me e quindi mi può aiutare e consigliare. E' vero che poi tecnicamente la decisione finale spetterebbe a lui, ma molto spesso mi da carta bianca e sono io che decido. Quando scrive una domanda di finanziamento o un articolo, anche se io non sono direttamente coinvolto, me la fa sempre leggere e tiene conto della mia opinione.
Certo non puoi pretendere di avere questo grado di libertà e responsabilità appena entrato in un laboratorio come studente, sono cose che apprendi mano a mano con il tempo.

Citazione:
prendetevi una laurea forte, per passare alla ricerca c'è sempre tempo.

Solita visione all'italiana. Siamo seri, la laurea "forte" non esiste. Smettiamola di consigliare di fare medicina a chi non vuole farla perchè è semplicemente eticamente incomprensibile. Io non vorrei essere curato da un medico che è lì solo perchè il mestiere paga bene.
Fai quello che ti piace e vedrai che troverai lavoro. Dovrai fare dei sacrifici, chiaro, ma se hai la volontà e sei bravo a venderti ce la puoi fare. Certo, se uno parte dicendo che non c'è lavoro e che non lo troverà mai...

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

Arnydoc
Nuovo Arrivato



37 Messaggi

Inserito il - 06 ottobre 2013 : 14:03:32  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Arnydoc Invia a Arnydoc un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
prego.
ovviamente - cosa che mi ero dimenticato di dirti - dopo il corso di laurea in medicina puoi benissimo riprendere il tema della genetica anche durante la specialità: esiste infatti la scuola di specializzazione in genetica medica.
come ti dice la parola, però, è sempre una tematica relativa alla parte medica della genetica. io la trovo una branca molto interessante della medicina.
sta poi a te valutare.
ci sono persone che si iscrivono a medicina perchè ne hanno la passione (è il mio caso), ci sono altri che si iscrivono perchè non sanno cosa fare e poi appena iniziano si appassionano alla grande, ci sono persone che si iscrivono per tanti altri motivi e poi scoprono che magari non è la loro strada... le situazioni variano molto, insomma
Torna all'inizio della Pagina

jinx
Utente Junior



199 Messaggi

Inserito il - 06 ottobre 2013 : 14:21:58  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di jinx Invia a jinx un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da chick80

Citazione:
non voglio essere distruttivo però se dopo quattro anni di esami e un anno di laboratorio ti accorgi che la ricerca non fa per te, nel senso che ti accorgi che non ti piace molto spipettare, fare diluizioni, lavare la vetreria e scrivere sulle petri per il 90% del tuo tempo, oppure se a 25 anni ti accorgerai che per una qualsiasi ragione non potrai lasciare l'italia oppure che non sei abbastanza bravo (oppure abbastanza sponsorizzato dal tuo laboratorio) per vincere un phd all'estero in ingegneria genetica o neurobiologia, che farai?

prima di decidere che volete diventare ricercatori in neurobiologia passate un anno ad analizzare cellule col patch clamp prendendo ordini da qualcuno. non è proprio divertentissimo eh, potreste pure accorgervi che magari non fa per voi e vi chiedere che potrete farci con la vostra sudata laurea in biologia. prendetevi una laurea forte, per passare alla ricerca c'è sempre tempo.


Wow, che visione distorta della ricerca che hai...




ah si perchè la ricerca in italia, tralasciando qualche oasi felice, non è questa?
Torna all'inizio della Pagina

jinx
Utente Junior



199 Messaggi

Inserito il - 06 ottobre 2013 : 14:28:09  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di jinx Invia a jinx un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da chick80

Beh, sono 10 anni che faccio ricerca e mi sembrerebbe estremamente riduttivo dire che la ricerca sia "spipettare, fare diluizioni, lavare la vetreria e scrivere sulle petri". Quella è la parte pratica, e sicuramente se non ti piace allora la ricerca non fa per te, ma c'è tutta la parte di studio della letteratura, analisi dei dati, riflessione sul significato dei risultati e sulla direzione da far prendere al tuo progetto, oltre alla scrittura di progetti, domande di finanziamento, articoli, presentazioni, al fare da reviewer per articoli e grant, all'interazione con il pubblico (e, sì, un buon ricercatore dovrebbe fare anche quello!) e tante altre cose.

Seconda cosa:
Citazione:
prima di decidere che volete diventare ricercatori in neurobiologia passate un anno ad analizzare cellule col patch clamp prendendo ordini da qualcuno.


Questa frase non vuol dire nulla. Posso dire allo stesso modo: "prima di decidere che vuoi fare il panettiere passa un anno a fare delle baguettes alle 4 del mattino prendendo ordini da qualcuno". E' esattamente la stessa cosa. E comunque fare patch clamp può essere anche molto divertente!

Non so, io non vedo il mio capo come qualcuno che "mi da degli ordini". Se hai un rapporto del genere con il tuo capo cercati un altro laboratorio... Io vedo il mio capo come qualcuno con cui discutere del progetto, che ha più esperienza di me e quindi mi può aiutare e consigliare. E' vero che poi tecnicamente la decisione finale spetterebbe a lui, ma molto spesso mi da carta bianca e sono io che decido. Quando scrive una domanda di finanziamento o un articolo, anche se io non sono direttamente coinvolto, me la fa sempre leggere e tiene conto della mia opinione.
Certo non puoi pretendere di avere questo grado di libertà e responsabilità appena entrato in un laboratorio come studente, sono cose che apprendi mano a mano con il tempo.

Citazione:
prendetevi una laurea forte, per passare alla ricerca c'è sempre tempo.

Solita visione all'italiana. Siamo seri, la laurea "forte" non esiste. Smettiamola di consigliare di fare medicina a chi non vuole farla perchè è semplicemente eticamente incomprensibile. Io non vorrei essere curato da un medico che è lì solo perchè il mestiere paga bene.
Fai quello che ti piace e vedrai che troverai lavoro. Dovrai fare dei sacrifici, chiaro, ma se hai la volontà e sei bravo a venderti ce la puoi fare. Certo, se uno parte dicendo che non c'è lavoro e che non lo troverà mai...





quella che tu descrivi è appunto un'oasi felice, la ricerca in italia generalmente non è così almeno dalla mia esperienza e da tutte quelle delle persone che conosco e che molto spesso si leggono. indirizzare un ragazzo a una laurea che nella maggior parte dei casi porta solo insoddisfazione, povertà e frustrazione è molto pericoloso per non dire di peggio. bisognerebbe fare molta più informazione da questo punto di vista perchè i ragazzi non sono consci di quello che si troveranno davvero davanti appena usciti dal mondo della scuola e lasciare da parte questi discorsi utopici e privi di ogni significato sostanziale.
Torna all'inizio della Pagina

jinx
Utente Junior



199 Messaggi

Inserito il - 06 ottobre 2013 : 15:14:39  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di jinx Invia a jinx un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ma poi, al di là di qualsiasi tipo di considerazione, si sta parlando di grossi sacrifici a fronte di un futuro di borse da mille euro al mese quando va bene o di una scuola di specializzazione identica a quella dei medici ma a pagamento. ogni tipo di argomento con questi presupposti non sta in piedi, resiste soltanto il martirio per la causa o la devianza
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 06 ottobre 2013 : 16:02:19  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Oasi felice? No. Realtà normale al di fuori dell'Italia. Se vuoi fare ricerca bene alla fine devi andare all'estero. Passato lo scoglio (e non ci vuole molto) il resto vien da sè.

E, certo, non diventi ricco, ma il salario non è certo di 1000 euro al mese.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

jinx
Utente Junior



199 Messaggi

Inserito il - 06 ottobre 2013 : 19:01:58  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di jinx Invia a jinx un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da chick80

Oasi felice? No. Realtà normale al di fuori dell'Italia. Se vuoi fare ricerca bene alla fine devi andare all'estero. Passato lo scoglio (e non ci vuole molto) il resto vien da sè.

E, certo, non diventi ricco, ma il salario non è certo di 1000 euro al mese.



e dici poco. a 19 anni che previsioni puoi fare? senza considerare tutte le altre problematiche, l'utente adesso è così certo che a 25-26 anni potrà effettivamente lasciare l'italia? se non potrà quale sarà il suo piano b?
Torna all'inizio della Pagina

Arnydoc
Nuovo Arrivato



37 Messaggi

Inserito il - 06 ottobre 2013 : 20:16:53  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Arnydoc Invia a Arnydoc un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
secondo me il discorso "laureati e poi vola all'estero" non sta molto in piedi.
sul "non ci vuole molto" direi che ci sono moltissime persone che possono avere da ridire. bisogna valutare le situazioni personali, non è che con uno schiocco di dita uno può dire tranquillamente "ma sì, vado all'estero"... insomma, uno può avere anche tutta una serie di problematiche legate ai più svariati motivi per i quali può non sentirsela di andare a lavorare all'estero. parliamo di ESTERO, non parliamo della regione vicina.

il mio personalissimo consiglio è quello di valutare bene il da farsi. già sapere che in Italia un corso in biologia non ti offre quasi nessuna opportunità lavorativa dovrebbe essere un campanellino d'allarme...
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6915 Messaggi

Inserito il - 06 ottobre 2013 : 20:34:59  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
raga, la laurea in biologia non è solo ricerca
http://www.enpab.it/images/PDF/Impariamo_a_conoscerci.pdf

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 5 Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina