Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Laboratorio
 Biochimica
 Triptofano
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Tag   triptofano    sonno    latte    carboidrati  Aggiungi Tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

AccettoreQ
Nuovo Arrivato

Matteo
Prov.: Reggio nell'Emilia
Città: Reggio Emilia


57 Messaggi

Inserito il - 01 agosto 2014 : 22:37:04  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di AccettoreQ Invia a AccettoreQ un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Salve a tutti!
Premetto che ero indeciso se postare qua, in Fisiologia, o Off-Topics, quindi se non sono molto pertinente spostate pure .
Ieri sera per Superquark si sono posti il dubbio: il latte, prima di andare a dormire favorisce il sonno?
Dopo le opinioni molto controverse delle persone (io, lo ammetto, con la mia quarta superiore della gestione ambientale, non avrei saputo cosa rispondere ) hanno passato la parola agli esperti. Da quello che ho capito nel latte c'è il Triptofano (aminoacido se la mia chimica non mi inganna...o sbaglio? azzarderei anche a dire aromatico, ma non so se è giusto) però da solo non può entrare nel cervello. QUindi il latte non favorisce il sonno. Però se il latte è accompagnato da carboidrati (es. biscotti) il triptofano riesce ad entrare. Da qui in poi non ho capito molto e ho alcuni dubbi su cui vorrei delucidazioni:
-In che quantità è presente approsimativamente il triptofano nel latte?
-Può veramente dare sonnolenza (o rilassamento) e se sì, come?
-Perchè per essere assorbito deve essere accompagnato da carboidrati?
-E io, che mangio latte e cereali a colazione prima della scuola...Sbaglio???

Scusatemi i dubbi e gli eventuali errori, ma le mie conoscenze, al momento, non mi permettono altro


"Non esiste un gene per il destino"
dal film "Gattaca. La porta dell'universo"

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6915 Messaggi

Inserito il - 02 agosto 2014 : 00:06:18  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Chiedo aiuto anche a qualche neurobiologo (o neurofisiologo... chick?) per risponderti che potrei sbagliare: non sono ferratissimo sui neurotrasmettitori. Comunque

1) a giudicare da questa scheda
http://nutritiondata.self.com/facts/dairy-and-egg-products/82/2
nel latte intero ci sono 26.3 g di proteine su 100 g di prodotto, con un totale di 371 mg di triptofano (l'1.41% delle proteine del latte è composto da triptofano). Per dire, qui http://nutritiondata.self.com/foods-000079000000000000000-w.html c'è un elenco infinito di alimenti che contengono più trp del latte intero, il primo che trovo che non sia disidratato o secco o polverizzato è la soia http://nutritiondata.self.com/facts/legumes-and-legume-products/4375/2 che però ha circa la stessa percentuale di trp sul totale proteico (1.62%). Quindi direi che sì, il latte contiene una discreta quantità di trp.

2) il triptofano è precursore della serotonina che, tra le altre cose, è responsabile dei ritmi sonno-veglia

3) per essere assimilato dal cervello e trasformato in serotonina deve essere accompagnato da carboidrati perché è l'insulina che fa sì che l'assimilazione avvenga

4) c'è tutto un mare di ormoni del ritmo circadiano che ti dicono che la mattina devi svegliarti. Certo, a seconda del collega nutrizionista che becchi avrai risposte tipo "non bere latte che è velenoso" e "ci sono mille modi diversi e migliori per fare colazione senza latte", ma personalmente non ci vedo nulla di male in una colazione del genere, soprattutto per un adolescente. Dà l'energia necessaria per affrontare la prima parte della giornata, non mi preoccuperei del trp in quel caso: considera che si usa soprattutto in caso di mancanza di serotonina.

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

AccettoreQ
Nuovo Arrivato

Matteo

Prov.: Reggio nell'Emilia
Città: Reggio Emilia


57 Messaggi

Inserito il - 02 agosto 2014 : 13:09:06  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di AccettoreQ Invia a AccettoreQ un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Giuliano652

Chiedo aiuto anche a qualche neurobiologo (o neurofisiologo... chick?) per risponderti che potrei sbagliare: non sono ferratissimo sui neurotrasmettitori. Comunque

1) a giudicare da questa scheda
http://nutritiondata.self.com/facts/dairy-and-egg-products/82/2
nel latte intero ci sono 26.3 g di proteine su 100 g di prodotto, con un totale di 371 mg di triptofano (l'1.41% delle proteine del latte è composto da triptofano). Per dire, qui http://nutritiondata.self.com/foods-000079000000000000000-w.html c'è un elenco infinito di alimenti che contengono più trp del latte intero, il primo che trovo che non sia disidratato o secco o polverizzato è la soia http://nutritiondata.self.com/facts/legumes-and-legume-products/4375/2 che però ha circa la stessa percentuale di trp sul totale proteico (1.62%). Quindi direi che sì, il latte contiene una discreta quantità di trp.

2) il triptofano è precursore della serotonina che, tra le altre cose, è responsabile dei ritmi sonno-veglia

3) per essere assimilato dal cervello e trasformato in serotonina deve essere accompagnato da carboidrati perché è l'insulina che fa sì che l'assimilazione avvenga

4) c'è tutto un mare di ormoni del ritmo circadiano che ti dicono che la mattina devi svegliarti. Certo, a seconda del collega nutrizionista che becchi avrai risposte tipo "non bere latte che è velenoso" e "ci sono mille modi diversi e migliori per fare colazione senza latte", ma personalmente non ci vedo nulla di male in una colazione del genere, soprattutto per un adolescente. Dà l'energia necessaria per affrontare la prima parte della giornata, non mi preoccuperei del trp in quel caso: considera che si usa soprattutto in caso di mancanza di serotonina.



Grazie mille, il sito che hai linkato è molto completo (non capisco molti grafici, ma i valori basilari sono ben chiari). Però non ho ben capito un passaggio: io sono a conoscenza del fatto che l'insulina è un ormone che regola, abbassandolo, il livello di glicemia nel sangue...però non capisco il come e il perchè permette ad un aminoacido (anche ad altri?) di entrare nel cervello.



"Non esiste un gene per il destino"
dal film "Gattaca. La porta dell'universo"
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6915 Messaggi

Inserito il - 02 agosto 2014 : 14:22:14  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
l'insulina abbassa la glicemia facendo prendere ai tessuti lo zucchero contenuto nel sangue. Allo stesso modo abbassa i livelli di aminoacidi circolanti facendoli passare alle cellule tissutali, compreso il triptofano.
http://www.evovita.it/5-htp/ (chiedo scusa per il link a un'azienda che vende integratori ma la pagina è ben fatta)

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 02 agosto 2014 : 15:57:43  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Concordo con quanto detto da Giuliano, e aggiungo solo un paio di informazioni sulla questione.

Questa review spiega bene il problema. Forse è un pochino ostica da leggere, perchè va in dettagli che probabilmente non ti interessano, ma l'introduzione dovrebbe essere già abbastanza informativa. Nota inoltre che il focus di questa review sono più che altro i possibili effetti collaterali di un'eccessiva assunzione di triptofano.

Effects and Side Effects Associated with the Non-Nutritional Use of Tryptophan by Humans - J. D. Fernstrom, J Nutr. 2012

La dose giornaliera di triptofano raccomandata (negli USA) per un adulto è 5 mg/kg, quindi 0.35g per una persona di 70kg, anche se un maschio adulto in media consuma 1g/die, quindi un po' più del necessario, ma ancora una quantità assolutamente non pericolosa.

Come ha detto Giuliano il triptofano viene utilizzato dal nostro corpo per produrre la serotonina.

L'utilizzo di triptofano come supplemento per migliorare la qualità del sonno e l'umore deriva da alcuni studi degli anni '60-'70.

Uno di questi (Eccleston et al., 1970(PDF)) mostrò che:

1) L'assunzione orale di triptofano 50mg/kg (quindi 10 volte la dose raccomandata) porta ad un aumento della concentrazione di triptofano nel sangue dopo circa un'ora e a livello cerebrale dopo 3-6 ore. La concentrazione nel cervello resta alta fino a 12 ore dopo l'assunzione.

2) Questo aumento a 6-12 ore corrisponde all'aumento di un prodotto di degradazione della serotonina, chiamato 5HIAA. Possiamo quindi dedurre che il triptofano sia stato convertito in serotonina, successivamente degradata.

Questi dati sono supportati da precedenti studi (Hess and Doepfner, 1961) che mostrano un effettivo aumento della concentrazione di serotonina nel cervello di ratti a cui sia stato somministrato triptofano.

Un secondo studio (Oswald et al., 1966 (PDF) Nota: questo studio è decisamente più complicato da leggere, ma ho messo il link lo stesso per referenza.) mostrò che in 5 dei 16 soggetti che parteciparono allo studio, l'assunzione orale di triptofano (5-10g) portò ad un avvicinamento della fase REM, che normalmente inizia 45 minuti dopo l'inizio del sonno.

Ci sono stati molti studi successivi, soprattutto riguardo agli effetti sull'umore, in particolare in pazienti psichiatrici, non entro nei dettagli perchè non ho voglia di cercare gli articoli non è quello che hai chiesto , ma potrebbe essere una buona occasione per imparare ad usare Pubmed!

Ad ogni modo, se consideriamo quanto ha detto Giuliano, in una tazza di latte ci saranno forse 4-500mg di Trp, quindi se c'è un effetto sul sonno sarà minimo, o al massimo un effetto placebo. E come dice il nostro bravo nutrizionista: niente di male nel bere una tazza di latte.


Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

AccettoreQ
Nuovo Arrivato

Matteo

Prov.: Reggio nell'Emilia
Città: Reggio Emilia


57 Messaggi

Inserito il - 03 agosto 2014 : 20:15:14  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di AccettoreQ Invia a AccettoreQ un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grazie mille chick80, sei stato molto esaustivo, e devo ammettere che è un argomento molto interessante. Però non ho capito: cosa è la "fase REM"?


"Non esiste un gene per il destino"
dal film "Gattaca. La porta dell'universo"
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6915 Messaggi

Inserito il - 03 agosto 2014 : 21:29:32  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
REM: Rapid Eye Movement. È quella fase del sonno in cui gli occhi si muovono velocemente, ed è una fase di sonno leggero
http://it.wikipedia.org/wiki/Rapid_eye_movement
http://www.polisonnografia.it/disturbi_fisiologico.php
http://www.polisonnografia.it/disturbi_ipersonnia.php

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

kORdA
Utente Attivo

newkORdA

Prov.: Milano
Città: Monza


1303 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2014 : 09:00:34  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di kORdA  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di kORdA Invia a kORdA un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Yum triptofano, il mio amminoacido preferito!

Viene codificato da un solo codone, e nelle stragrande maggioranza dei casi può essere usato per fare delle mutazioni ignoranti.

E' talmente grosso e ingombrante che i mutanti a triptofano non funzano quasi mai, disturba qualsiasi interazione di binding :-DDD

http://www.linkedin.com/in/dariocorrada
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6915 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2014 : 09:31:45  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
"mutazioni ignoranti" è una bella definizione

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

kORdA
Utente Attivo

newkORdA

Prov.: Milano
Città: Monza


1303 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2014 : 09:54:51  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di kORdA  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di kORdA Invia a kORdA un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Giuliano652

"mutazioni ignoranti" è una bella definizione



Questo termine è un po più soft, io solitamente le chiamo mutazioni "sc**o di me**a" perchè sono tamarre: mi immagino l'eterociclo del triptofano che prende a schiaffi gli amminoacidi circostanti, come un vero tabbozzo :-D

http://www.linkedin.com/in/dariocorrada
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6915 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2014 : 10:07:18  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
se pensavo che il mondo della biochimica fosse affascinante, ancora non avevo idea di quale fosse il mondo dei biochimici

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

AccettoreQ
Nuovo Arrivato

Matteo

Prov.: Reggio nell'Emilia
Città: Reggio Emilia


57 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2014 : 20:24:15  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di AccettoreQ Invia a AccettoreQ un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ok, premetto che "mutazioni ignoranti" mi ha confuso le idee...


"Non esiste un gene per il destino"
dal film "Gattaca. La porta dell'universo"
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6915 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2014 : 20:53:27  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
era una battuta. Dice che se c'è una mutazione e invece di metterci il triptofano nella proteina ci metti un qualunque altro aa ti giochi la proteina quasi sempre

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 05 agosto 2014 : 00:09:13  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
dario sei un geek delle proteine :)

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

ErgoCalciferolo
Nuovo Arrivato

stirrer



70 Messaggi

Inserito il - 10 agosto 2014 : 23:22:17  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ErgoCalciferolo Invia a ErgoCalciferolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da chick80

Ad ogni modo, se consideriamo quanto ha detto Giuliano, in una tazza di latte ci saranno forse 4-500mg di Trp, quindi se c'è un effetto sul sonno sarà minimo, o al massimo un effetto placebo[...]


Scusatemi per l'intervento tardivo ma...

...state dicendo che bere una tazza di latte e assumere un preparato omeopatico di Coffea per contrastare l'insonnia provocano gli stessi effetti (cioé placebo)?
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 10 agosto 2014 : 23:45:57  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
beh, 400mg sono decisamente troppi per un rimedio omeopatico (che contiene per definizione 0) :)

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

ErgoCalciferolo
Nuovo Arrivato

stirrer



70 Messaggi

Inserito il - 11 agosto 2014 : 20:26:23  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ErgoCalciferolo Invia a ErgoCalciferolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da chick80

beh, 400mg sono decisamente troppi per un rimedio omeopatico (che contiene per definizione 0) :)

Beh, non tutti possono godere una tazza di latte con i suoi triptofani (per motivi di salute), ma in teoria tutti possono assumere i preparati omeopatici contro l'insonnia per la loro mancanza di effetti collaterali.
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina