Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Varie
 Off-topics
 Confronto: latte e bevanda di soia
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Tag   latte    soia    agricoltura    nutrizione  Aggiungi Tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

AccettoreQ
Nuovo Arrivato

Matteo
Prov.: Reggio nell'Emilia
Città: Reggio Emilia


57 Messaggi

Inserito il - 08 agosto 2014 : 13:46:22  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di AccettoreQ Invia a AccettoreQ un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Salve a tutti,
ho comprato una bevanda di soia (o latte di soia, penso si possa chiamare in entrambi i modi) arricchita con calcio. Ho confrontato i valori nutrizionali con del latte parzialmente scremato, e ho notato che il contenuto di grassi è maggiore nella bevanda di soia.


Ora io mi chiedo: i grassi saranno certamente di origine diversa (animale e vegetale), ma hanno caratteristiche diverse dal punto di vista molecolare e nutrizionale? Si può dire quale delle due bevande sia "migliore da punto di vista nutrizionale (lasciando perdere le qualità organolettiche, l'OGM free o meno, perché ci sarebbe da spaziare moltissimo e penso che non si arriverebbe a una conclusione)


"Non esiste un gene per il destino"
dal film "Gattaca. La porta dell'universo"

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6911 Messaggi

Inserito il - 08 agosto 2014 : 15:07:38  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ci sarebbe talmente tanto materiale da farci un post a riguardo. In ogni caso, basandomi solo sull'etichetta, posso vedere che
1) il latte ha più calorie
2) la soia ha più grassi totali
3) la soia distingue tra grassi saturi e totali
4) il latte ha più zuccheri
5) la soia distingue tra carboidrati e zuccheri, ma la differenza è minima
6) il latte ha più proteine ma la differenza è minima

Premesso che giudicare un singolo alimento al di là della dieta giornaliera o settimanale è soprattutto un esercizio di stile (posso mangiare anche un'intera sacher torte se ho un'alimentazione impeccabile nel 99% delle volte - salvo mal di pancia) la soia apporta grassi soprattutto polinsaturi considerati spesso innocui o benefici (secondo me sopravvalutati), mentre il latte soprattutto saturi, spesso indicati come causa o concausa di malattie cardiovascolari; è anche più ricco di zuccheri, soprattutto lattosio, che non sembra avere implicazioni dirette sulla salute. Il latte ha anche una qualità proteica superiore alla soia, non tanto come varietà di composizione aminoacidica ma soprattutto come assorbibilità.

Direi che tra pregi e difetti le due bevande siano più o meno equivalenti. Detto questo c'è solo una cosa importante: solo la dose fa il veleno

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

AccettoreQ
Nuovo Arrivato

Matteo

Prov.: Reggio nell'Emilia
Città: Reggio Emilia


57 Messaggi

Inserito il - 08 agosto 2014 : 21:32:36  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di AccettoreQ Invia a AccettoreQ un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Giuliano652

Ci sarebbe talmente tanto materiale da farci un post a riguardo. In ogni caso, basandomi solo sull'etichetta, posso vedere che
1) il latte ha più calorie
2) la soia ha più grassi totali
3) la soia distingue tra grassi saturi e totali
4) il latte ha più zuccheri
5) la soia distingue tra carboidrati e zuccheri, ma la differenza è minima
6) il latte ha più proteine ma la differenza è minima

Premesso che giudicare un singolo alimento al di là della dieta giornaliera o settimanale è soprattutto un esercizio di stile (posso mangiare anche un'intera sacher torte se ho un'alimentazione impeccabile nel 99% delle volte - salvo mal di pancia) la soia apporta grassi soprattutto polinsaturi considerati spesso innocui o benefici (secondo me sopravvalutati), mentre il latte soprattutto saturi, spesso indicati come causa o concausa di malattie cardiovascolari; è anche più ricco di zuccheri, soprattutto lattosio, che non sembra avere implicazioni dirette sulla salute. Il latte ha anche una qualità proteica superiore alla soia, non tanto come varietà di composizione aminoacidica ma soprattutto come assorbibilità.

Direi che tra pregi e difetti le due bevande siano più o meno equivalenti. Detto questo c'è solo una cosa importante: solo la dose fa il veleno



Potrei sapere cosa intendi per "sopravvalutato" quando ti riferisci ai grassi polinsaturi della soia? E inoltre le proteine del latte vengono quindi assorbite meglio dall'organismo?


"Non esiste un gene per il destino"
dal film "Gattaca. La porta dell'universo"
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6911 Messaggi

Inserito il - 08 agosto 2014 : 22:25:11  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da AccettoreQ



Potrei sapere cosa intendi per "sopravvalutato" quando ti riferisci ai grassi polinsaturi della soia?


Gli acidi grassi polinsaturi della soia (e non solo) sono spesso pubblicizzati come salutari e benefici (gli omega-6 e, contenuti nella soia in minor misura, gli omega-3), anzi, alcuni prodotti fanno bella mostra del loro contenuto di omega-6 e omega-3. In realtà questi a.g. non è che abbiano questo grosso effetto come prevenzione del rischio cardiaco, inoltre gli omega-6 sono pure pro-infiammatori, perché precursori dell'acido arachidonico, capostipite di tipi di prostaglandine, leucotrieni e trombossani (tutti complessivamente conosciuti agli amici come eicosanoidi) fortemente infiammatori
Citazione:
E inoltre le proteine del latte vengono quindi assorbite meglio dall'organismo?


, la differenza non è enorme ma sì

Rimane il fatto che è solo la dose a fare il veleno

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

ErgoCalciferolo
Nuovo Arrivato

stirrer



70 Messaggi

Inserito il - 11 agosto 2014 : 00:35:56  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ErgoCalciferolo Invia a ErgoCalciferolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ho trovato un articolo interessante che fa un confronto tra l'impronta idrica dei prodotti derivati della soia (bevanda di soia e burger di soia) e dei suoi equivalenti animali (latte vaccino e hamburger comune). Secondo l'articolo:

  • L'impronta idrica di un litro di soia è circa 297 litri...
  • Quella del burger vegetale (150 grammi) a base di soia è 158 litri...

  • Un litro di latte vaccino ha invece un'impronta idrica di 1050 litri...
  • Un hamburger che pesa 150 grammi ha un'impronta idrica di 2350 litri...

Inoltre, secondo lo stesso articolo, il passaggio dall'agricoltura convenzionale a quella biologica può ridurre l'impronta idrica grigia legata alla coltivazione della soia del 98%.

Quindi si può dedurre che la scelta del "latte" vegetale rispetto a quello vaccino potrebbe avere delle motivazioni di tipo ambientale (sostenibilità, ecc.) e non solo di tipo nutrizionale...
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 11 agosto 2014 : 10:03:09  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Io sono sempre un po' scettico quando si fanno questi confronti...

Ad esempio puoi anche trovare che la sempre più vasta produzione di soia a livello mondiale è problematica a causa della deforestazione.

Inoltre se il latte è un prodotto locale, lo stesso non si può dire per la soia, coltivata principalmente in Brasile, Argentina e USA. Quindi bisogna anche contare il trasporto nella carbon footprint, più il processing che segue in quanto la soia deve essere processata per farne del "latte".

Ricordo poi che alto consumo di soia può avere effetti sul sistema endocrino a causa dei fitoestrogeni contenuti in questa pianta...

http://humrep.oxfordjournals.org/content/23/11/2584.abstract
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24451983
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20171261

... anche se ciò potrebbe dipendere dalla popolazione studiata (e probabilmente gli effetti sono a lungo termine, sarebbe interessante uno studio un pochino più a lungo termine)

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19819436

Infine dove lo mettiamo il fattore edonistico? Un vero burger vince su quello di soia 100% delle volte in termini di gusto... e per me questo è il principale selling point.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

Caffey
Utente Attivo

ZEBOV

Città: Perugia


1496 Messaggi

Inserito il - 11 agosto 2014 : 10:12:03  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Caffey Invia a Caffey un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il burger non lo so ma la mia corteccia paraippocampale e la mia area sub-centrale, nonché il mio sistema limbico mi riferiscono che il latte di soia fa veramente schifo!

[...] Hunc igitur terrorem animi tenebrasque necessest
non radii solis neque lucida tela diei
discutiant, sed naturae species ratioque. [...]

Titus Lucretius Carus
Torna all'inizio della Pagina

ErgoCalciferolo
Nuovo Arrivato

stirrer



70 Messaggi

Inserito il - 11 agosto 2014 : 20:16:54  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ErgoCalciferolo Invia a ErgoCalciferolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da chick80

Ad esempio puoi anche trovare che la sempre più vasta produzione di soia a livello mondiale è problematica a causa della deforestazione.

Inoltre se il latte è un prodotto locale, lo stesso non si può dire per la soia, coltivata principalmente in Brasile, Argentina e USA. Quindi bisogna anche contare il trasporto nella carbon footprint, più il processing che segue in quanto la soia deve essere processata per farne del "latte".

Alcune bevande di soia venduti in Italia non utilizzano materie prime provenienti da Brasile, USA o Cina. Per esempio, le bevande biologiche di soia del Coop hanno le materie prime di origine francese e lavorati in Italia, cioè lontani dai paesi ad alto rischio di deforestazione e depauperamento del suolo (come in Brasile, appunto).

Secondo l'articolo che hai riportato qui, la maggior parte della soia coltivata è destinata al consumo animale, sottoforma di mangimi. La produzione aumentata della soia non è causata dal consumo crescente di bevande e burger di soia, ma è causata principalmente dal consumo globale di carne (cioè la carne che preferite così tanto )
Citazione:
Messaggio inserito da chick80

Quindi bisogna anche contare il trasporto nella carbon footprint, più il processing che segue in quanto la soia deve essere processata per farne del "latte".

Per quanto riguarda il carbon footprint, c'è uno studio del 2008 nel quale viene rilevato che le emissioni di gas serra associate al cibo sono determinate principalmente dalla fase di produzione (83% del totale) e il trasporto delle materie prime contribuisce poco sul carbon footprint (circa 11%), così come nel trasporto finale dei prodotti lavorati (circa 4%). Quindi la lontananza delle materie prime non è un fattore così rilevante nel carbon footprint totale del prodotto finale...

Citazione:
Messaggio inserito da chick80

Ricordo poi che alto consumo di soia può avere effetti sul sistema endocrino a causa dei fitoestrogeni contenuti in questa pianta...

http://humrep.oxfordjournals.org/content/23/11/2584.abstract
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24451983
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20171261

... anche se ciò potrebbe dipendere dalla popolazione studiata (e probabilmente gli effetti sono a lungo termine, sarebbe interessante uno studio un pochino più a lungo termine)

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19819436

Oltre all'ultimo link che hai riportato, esistono anche altri studi che indicano l'assenza di effetti estrogeno-simili degli isoflavoni di soia negli esseri umani e in alcuni primati. Sembra che i risultati ottenuti dai modelli murini (e di ratti) contrastano i risultati ottenuti da quella specie che dovrebbero imitare. Diciamo che gli effetti della soia nella salute umana è un argomento molto più complesso di quanto crediamo.
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 12 agosto 2014 : 10:46:45  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Diciamo che gli effetti della soia nella salute umana è un argomento molto più complesso di quanto crediamo.


Esattamente il mio punto.
Nota inoltre che il primo link è uno studio sull'uomo non sui roditori.

Citazione:
Alcune bevande di soia venduti in Italia non utilizzano materie prime provenienti da Brasile, USA o Cina. Per esempio, le bevande biologiche di soia del Coop hanno le materie prime di origine francese e lavorati in Italia, cioè lontani dai paesi ad alto rischio di deforestazione e depauperamento del suolo (come in Brasile, appunto).

Sì, ma il 95% delle bevande di soia non appartengono a questa categoria. Ad ogni modo puoi fare lo stesso discorso (ovviamente mettendo lo stesso caveat) per la carne, andando a comprare da allevatori che allevano in maniera sostenibile (devo dire che sono fortunato ad abitare in una zona dove non è per nulla difficile trovarne).

Questo articolo a riguardo è molto interessante:
http://www.nature.com/news/agriculture-steps-to-sustainable-livestock-1.14796

Personalmente non mangio carne troppo spesso, ma quando la mangio deve essere di buona qualità e in generale la compro direttamente dai produttori.

Ma, che devo dirti, ecologia a parte, i prodotti di soia proprio non mi piacciono (i germogli sono OK, ma non mi fanno proprio impazzire)!

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

ErgoCalciferolo
Nuovo Arrivato

stirrer



70 Messaggi

Inserito il - 15 agosto 2014 : 13:01:34  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ErgoCalciferolo Invia a ErgoCalciferolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da chick80

Questo articolo a riguardo è molto interessante:
http://www.nature.com/news/agriculture-steps-to-sustainable-livestock-1.14796

Grazie per l'articolo! Le misure elencate nell'articolo per un'agricoltura sostenibile sono molto convincenti! Sono anche rinfrescanti come idee, cioé non sono le solite proposte "ritorno alle origini" oppure "NO a _____!" (fill in the blanks) propugnate dai soliti eco-attivisti.

Citazione:
Messaggio inserito da Caffey

Il burger non lo so ma la mia corteccia paraippocampale e la mia area sub-centrale, nonché il mio sistema limbico mi riferiscono che il latte di soia fa veramente schifo!
Citazione:
Messaggio inserito da chick80

Ma, che devo dirti, ecologia a parte, i prodotti di soia proprio non mi piacciono (i germogli sono OK, ma non mi fanno proprio impazzire)!

A me piace il burger vegetale. Per quanto riguarda la bevanda di soia, diciamo che il sapore cambia da marca a marca (cioè non tutte le bevande di soia in commercio hanno lo stesso sapore).

In discussioni come questa, cito soltanto una locuzione latina: De gustibus non disputandum est.
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina