Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Laboratorio
 Biologia Molecolare
 rischio infettivo
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

cin
Utente Junior

ptero
Prov.: Padova
Città: Padova


558 Messaggi

Inserito il - 28 settembre 2007 : 14:45:26  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di cin Invia a cin un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Secondo voi avendo fatto un'estrazione e avendo ottenuto DNA o RNA devo considerare il campione sempre potenzialmente infetto?
Questa domanda è nata in seguito ad una questione di smaltimento rifiuti, nel senso che ci chiedavamo se dopo l'estrazione tutto il materiale che gettiamo nell'alibox ( puntali, provette etc.)potrebbe in realtà essere gettato in un riciclo plastica, l'unico dubbio è se, in qualche modo ci portiamo dietro qualcosa che possa essere potenzialmente infetto. Questo perchè i costi di smaltimento del materiale infetto ha dei costi molto più alti rispetto a tutti gli altri smaltimenti.

tommasomoro
Utente Junior



358 Messaggi

Inserito il - 28 settembre 2007 : 16:04:53  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di tommasomoro Invia a tommasomoro un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
certo certo butta del DNA a caso nell ambiente invece di incenerirlo

hai mai sentito parlare di competenza naturale alla trasformazione

e di tasferimento orizzontale di materiale genetico

ma cosa cavolom avete imparato all'universita

andate a zappare

T.
Torna all'inizio della Pagina

data
Nuovo Arrivato

airplane_canvas

Prov.: Torino
Città: Torino


89 Messaggi

Inserito il - 28 settembre 2007 : 18:14:51  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di data  Invia a data un messaggio ICQ  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di data Invia a data un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
l'RNA...quella bestiolina tanto debole che e` mangiato da tutte le RNAasi di questo mondo...bah.
Effettivamente si dovrebbe stabilire in maniera univoca cosa si potrebbe buttare senza problemi col resto, imho di spazi di recupero ce ne sono.

http://www.medito.eu.org/vodka/odierno
Torna all'inizio della Pagina

erikuccia
Nuovo Arrivato

Prov.: Taranto
Città: Taranto


7 Messaggi

Inserito il - 28 settembre 2007 : 18:29:03  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di erikuccia Invia a erikuccia un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ciao,
io penso che se si hanno dei dubbi sulla contaminazione o meno del materiale con il quale si è lavorato, non ci dovrebbero essere dubbi su come dovrebbe essere smaltito..anche perchè si potrebbe provocare un danno non indifferente se il materiale poi risultasse effettivamente infetto..quindi magari forse è meglio spendere un pò di più e non rischiare per motivi di risparmio.

Erika
Torna all'inizio della Pagina

Iside
Utente Attivo

Iside_paradise

Città: Napoli


1375 Messaggi

Inserito il - 28 settembre 2007 : 20:01:40  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Iside  Invia a Iside un messaggio Yahoo! Invia a Iside un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da tommasomoro



ma cosa cavolom avete imparato all'universita

andate a zappare

T.



Sicuramente Cin ha imparato ad essere più educata di te!!!

...we're just two lost souls swimming in a fishbawl...year after year...
Torna all'inizio della Pagina

Neuroscience
Utente



659 Messaggi

Inserito il - 28 settembre 2007 : 21:01:02  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Neuroscience Invia a Neuroscience un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per legge tutto il materiale a rischio deve essere gettato in contenitori appositi che poi devono essere smaltiti in maniera peculiare secondo i codici segnati sopra e secondo le leggi vigenti.

In effetti qualsiasi materiale, es guanti, puntali, petri per cellule e quant'altro DEVONO necessariamente essere gettati nei rifiuti speciali (in genere gialli) che vanno poi inceneriti indipendentemente dal fatto che siano stati usati o no in esperimenti.

Tale regolamento è necessario per facilitare i controlli a campione che vengono fatti dall'ASL, NAS o da enti competenti di controllo... poiché loro non devono stabilire di volta in volta se il guanto trovato nella spazzatura comune (Nera) sia contaminato o no e da cosa, tutti i test di questo mondo non basterebbero a capire quale schifezza ha toccato il guanto poiché le possibilità sono infinite... per cui il regolamento esplica chiaramente che i materiali che sono potenzialmente rischiosi non devono trovarsi nella spazzatura comune per poter essere sicuri che non vada a finire qualcosa di strano nella spazzatura comune.

Diverso è invece il concentto di materiale a rischio infettivo con apposito simbolo (es per colture cellulari e virali) e materiale contaminato da sostanza chimiche e da DNA, RNA etc.

In effetti il DNA non è considerato né una sostanza pericolosa né infettiva, ma è siruramente contaminante per l'ambiente, quindi il DNA e tutto ciò che potrebbe aver toccato il DNA va incenerito come tutte quelle sostanze a rischio chimico/biologico.

Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6911 Messaggi

Inserito il - 29 settembre 2007 : 08:06:38  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
alcuni genomi virali rimangono "infettivi": se penetrano in una cellula danno vita a nuovi virus. Se penetrano... Ma comunque... la domanda sorge spontanea: come lo butti il DNA? Credo sia in eppendorf, no? E che ti costa buttare quelle eppendorf nei secchi da smaltimento?

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

cin
Utente Junior

ptero

Prov.: Padova
Città: Padova


558 Messaggi

Inserito il - 01 ottobre 2007 : 14:30:40  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di cin Invia a cin un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Scusate, ma forse non mi sono spiegata.
Con questa domanda non voglio sollevare polemiche, nè tantomeno animi sopiti, vorrei solo cercare di vedere di trovare una soluzione realmente fattibile ad un problema, per cui vi sarei grata se ne discutessimo insieme senza polemizzare ( certo ognuno è libero di pensarlo),o di dirci su robe poco gentili, cerchiamo di parlarci come amici, daltronde io cerco da ognuno di voi un contributo che spero mi sia utile.Forse è anche cercare di vedere le cose da un'ottica diversa, non consona al solito modo di vedere le cose, che forse potrebbe essere utile a tutti.

Abbiamo avuto una riunione con le persone responsabili dello smaltimento della nostra azienda ed è emerso che: "in base al DM 26.06.2000 n°219, sono sanitari i rifiuti prodotti da strutture pubbliche e private che svolgono attività medica o veterinaria di prevenzione, diagnosi, cura e ricerca. Si distinguono in " non pericolosi", "pericolosi non a rischio infettivo", "pericolosi a rischio infettivo", "rifiuti da esumazione ed esumazione","rifiuti derivanti da attività cimiteriali", "rifiuti che richiedono particolari sistemi di gestione", "rifiuti assimilabili agli urbani".

Non mi occorre sapere in che contenitore butto il mio DNA o l'RNA, ma con quale tipo di rifiuto lo identifico.
In particolare noi abbiamo pazienti che sono affetti da una patologia derivante da una mutazione, normalmente non sono infetti, non più di quanto lo possa essere io, quanto meno.
Poi abbiamo tutta una serie di prodotti di PCR derivanti dai topi.
La mia domanda, come anche quella dei tipi con i quali abbiamo avuto questo incontro, è stata: quando voi avete le mestruazioni, o vi fate una puntura o disinfettate una ferita, non gettate le garze o il cotone o l'agho imbrattato di sangue nell'immondizia normale?
Quando vi muore il pesce rosso o trovate un topo morto in giardino non lo gettate nel cassonetto dell'immondizia?
Il rifiuto da me prodotto non è a rischio infettivo, fino a che non viene dimostrato il contrario, non vi pare? Nel senso che se io so che quel rifiuto non è infetto, perchè lo devo gettare nel sacco giallo e determinare così un costo per tutti noi?
Cercate di vedere con occhio diverso i vostri rifiuti di laboratorio, tutti i puntali che utilizzate per i primers, taq, h2o non potrebbero essere gettati in un alibox per riciclo plastica? I guanti che vengono utilizzati nella zona pulita potrebbero essere riciclati dalla persona stessa per riutilizzarli nella zona sporca.
E chissà cos'altro.

Torna all'inizio della Pagina

tommasomoro
Utente Junior



358 Messaggi

Inserito il - 01 ottobre 2007 : 14:33:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di tommasomoro Invia a tommasomoro un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ed il gene per la resistenza all' antibiotico sull eventuale tuo plasmide come
lo identifichi????

T.
Torna all'inizio della Pagina

domi84
Moderatore

Smile3D

Città: Glasgow


1723 Messaggi

Inserito il - 01 ottobre 2007 : 17:13:09  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di domi84 Invia a domi84 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Cercate di vedere con occhio diverso i vostri rifiuti di laboratorio, tutti i puntali che utilizzate per i primers, taq, h2o non potrebbero essere gettati in un alibox per riciclo plastica? I guanti che vengono utilizzati nella zona pulita potrebbero essere riciclati dalla persona stessa per riutilizzarli nella zona sporca.
E chissà cos'altro.

In teoria è così...ma se poi arrivano dei controlli, come possono fare a controllare se il puntale che è nella spazzatura normale c'è solo H20 distillata, o qualche schifezza che non ci andava???
Credo che, buttare tutti quegli oggetti nei contenitori gialli, anche se assolutamente innocui, sia anche per favorire le forze dell'ordine nell'individuazione dei disonesti...

Il mio blog: http://domi84.blogspot.com/
Le foto che ho scattato...
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 01 ottobre 2007 : 21:33:20  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Guarda, di recente a noi hanno fatto un cazziatone esagerato perchè hanno trovato un guanto nel cestino della spazzatura normale. E' poi venuto fuori che semplicemente mentre qualcuno lo indossava il guanto si era rotto, quindi non era certo contaminato visto che non era stato usato. Ad ogni modo noi dobbiamo buttare qualsiasi cosa che possa anche POTENZIALMENTE essere stata usata con sostanze biologiche nel mediwaste. Sembra un po' kafkiana come situazione, ma almeno la signora delle pulizie è sicura di non toccare schifezze varie (e posso anche capirla).

Citazione:
Quando vi muore il pesce rosso o trovate un topo morto in giardino non lo gettate nel cassonetto dell'immondizia?

Vero, ma i tuoi topi escono da un laboratorio... chissà cosa ci fate, vuoi che Padova sia attaccata da frotte di topi mutanti???
A parte gli scherzi, soprattutto se usate topi transgenici i rifiuti vanno assolutamente inceneriti. Lo so che è una ca**ata, ma se così vuole la legge...

Il grosso problema che io vedo qui (e non credo in Italia sia molto diverso) è che le persone addette a fare queste regole vivono in un mondo tutto loro e non hanno la minima idea dei reali rischi di un laboratorio (infatto poi quando gli fai certe domande non ti sanno/vogliono rispondere) e ci tengono molto alla forma, ma poi spesso lasciano falle enormi nel sistema.

Tanto per dire qui fanno tante scene se qualcuno versa un po' di anticorpo su di un bancone, ma fino a pochi mesi fa non avevano alcuna legislazione per smaltire rifiuti radioattivi... oh yeah...

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

cin
Utente Junior

ptero

Prov.: Padova
Città: Padova


558 Messaggi

Inserito il - 02 ottobre 2007 : 08:54:40  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di cin Invia a cin un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
ma se poi arrivano dei controlli, come possono fare a controllare se il puntale che è nella spazzatura normale c'è solo H20 distillata, o qualche schifezza che non ci andava???



Non possono saperlo, ma siamo noi che dobbiamo saperlo. Abbiamo la responsabilità del nostro lavoro, nel momento in cui dò un referto da firmare ad un medico ho messo in tutto ciò che ho fatto le mie competenze e la mia esperienza e lui deve fidarsi, in quel momento non ha un modo di controllare, lo stesso dovrebbe essere (e di fatto è già così) con i rifiuti. Bisognerebbe solo fare una maggiore sensibilizzazione. Quando sono arrivata qui nessuno faceva il riciclo della carta ( l'ho introdotto io con notevoli sforzi e perdite di tempo, ma ne è valsa la pena, poi è diventata un'abitudine) e vi assicuro che in città era già da un pò che c'era; poi è subentrato quello della plastica, poi quello dei vari tipi di reattivi.La gente va educata al riciclaggio e sanzionata quando sbaglia, non vedo perchè in un'ospedale non si possa fare altrettanto.Sono sicura che per mio figlio come anche per i vostri figli sarà naturale gettare le cose in maniera diversificata.
Torna all'inizio della Pagina

Golcondio
Nuovo Arrivato



1 Messaggi

Inserito il - 19 ottobre 2007 : 17:37:54  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Golcondio Invia a Golcondio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per legge, la classificazione del rifiuto è fatta sulla base dell'attività che lo produce: se un privato cittadino usa un cotton fioc lo butta tranquillamente nel rifiuto secco, se lo stesso cotton fioc lo usa un otorinolaringoiatra nel suo studio lo mette tra i rifiuti speciali.
Lo stesso dicasi persino per i detersivi ed i saponi: se usati in una qualsiasi attività diventano automaticamente rifiuti speciali/pericolosi e vanno smaltiti in maniera apposita (e costosa).
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina