Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

E' italiana la ricerca in copertina su Nature

Rivista Nature


Due ricerche italiane dell'INFM-CNR sui Vetri di Lévy e sui Collodi conquistano il nuovo numero di Nature

Due nuovi successi per la ricerca italiana, portati alla ribalta internazionale. Si tratta di due diverse ricerche condotte da due diversi team dell'INFM-CNR, che riguardano Vetri di Lévy e i colloidi descritti nel numero del 22 maggio della prestigiosa rivista internazionale “Nature”. E non solo, la copertina del numero è dedicata proprio alla ricerca sui vetri di Lévy condotta dai ricercatori INFM-CNR e del LENS (Laboratorio europeo per le spettoscropie non lineari) di Firenze. Questo studio riguarda i vetri di Lévy, un materiale nuovo nel quale la luce si diffonde in modo particolarmente efficiente. Questo materiale, secondo i ricercatori, consentirà di capire i processi fisici fondamentali che controllano il trasporto della luce, degli elettroni e del suono. Inoltre potrà avere applicazioni nello sviluppo di nuovi dispositivi in micro e nano-fotonica, di rivestimenti ottici d'avanguardia e nuovi dispositivi hi-tech flessibili.
Il nome di questo nuovo materiale è dovuto ai cosiddetti "voli di Lévy". In campo fisico, si tratta di processi di trasporto già conosciuti che consentono di descrivere fenomeni complessi in vari ambiti (es. la distribuzione degli spostamenti umani, le fluttuazioni dei mercati azionari, le strategie di ricerca del cibo adottate dagli animali o le fluttuazioni dei mercati azionari, ecc.). La novità di questo studio risiede nel fatto che questo tipo di trasporto non era mai stato osservato prima all'interno di un materiale.
L'altra ricerca descritta su Nature proviene dal Centro SOFT (INFM-CNR) di Roma e dall'Università La Sapienza in collaborazione con l'Università di Harvard, riguarda i collodi e più precisamente come si formano i gel a partire da soluzioni colloidali. I colloidi sono formati da minuscole particelle di una sostanza disperse in un'altra sostanza, hanno proprietà intermedie fra solidi e liquidi e hanno la capacità di solidificare all'improvviso. La ricerca chiarisce i meccanismi di solidificazione e sarà utile per comprendere come si formano gli aggregati disordinati di proteine. La comprensione dei gel proteici, a sua volta, servirà alla comprensione e la prevenzione di alcune gravi patologie come l'anemia falciforme e il morbo di Alzheimer, collegate ai meccanismi di aggregazione delle proteine. Lo scopo è quello di riuscire ad attivare o inibire la formazione di gel proteici, a seconda delle necessità.


Redazione MolecularLab.it (28/05/2008)
Pubblicato in Analisi e Commenti
Tag: INFM-CNR, Cnr, Levy, colloidi, ricerca, Italia
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy