Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Gravi danni per l'ambiente e la salute con le cicche di sigaretta

Portacenere


Se il fumo, attivo e passivo, è considerato agente cancerogeno, perchè la cicca no?

Parte da Enea una proposta di raccolta differenziata per le cicche. E' un invito alla responsabilità e alla salvaguardia dell'ambiente. Oltre che una possibile proposta per idee di ricerca da condurre in questo ambito.

Le cicche di sigaretta sono al primo posto tra i rifiuti raccolti in strada. L'impatto ambientale del contenuto nocivo delle cicche abbandonate in strada, in mare, sulle spiagge e nei luoghi naturali, è preoccupante così come la loro raccolta e smaltimento anche se trasportate nella normale discarica i mozziconi continuano a inquinare.

I risultati di un'interessante analisi, che ha per oggetto le cicche di sigaretta quale rifiuto tossico dimenticato, sono stati presentati in occasione del Convegno organizzato dall'ENEA il gennaio scorso.

Finora lo studio dei danni provocati dal fumo ha riguardato esclusivamente i prodotti della frazione fumata e i danni per la salute dell'uomo.
In Italia, ogni anno sono 83.000 i decessi per danni da fumo e 3000 quelli per fumo passivo, contro i 5000 per incidenti d'auto.

La causa è data dagli oltre 4000 elementi tossici e nocivi residui della combustione della sigaretta, come racconta Vincenzo Zagà (AUSL di Bologna - SITAB): "Un argomento sicuramente misconosciuto o sconosciuto del tutto è la presenza di sostanze radioattive nel fumo di tabacco. La sostanza radioattiva in questione è il Polonio 210 che emette radiazioni alfa. E' un elemento altamente cancerogeno che provoca e causa praticamente molti danni ed è soprattutto il maggior responsabile della cancerogenesi soprattutto a livello polmonare. Pensate che il danno biologico per esempio di un fumatore che fuma 20 sigarette al giorno per un anno equivale al danno biologico di 300 radiografie, ed è una cosa veramente allarmante, che sia i medici che la popolazione in generale dovrebbe conoscere".

Il filtro e la parte che rimane incombusta raccolgono il 50% delle sostanze nocive e degli elementi tossici sprigionati dalla combustione di una sigaretta. Ma se il fumo, attivo e passivo, è considerato agente cancerogeno, perchè la cicca no?

Ed inoltre, quale impatto ambientale può provocare una piccola cicca di sigaretta buttata a terra?
Ogni anno vengono prodotti 72 miliardi di cicche in Italia da 13 milioni di fumatori, vale a dire circa 195 milioni di cicche al giorno gettate nell'ambiente insieme al loro carico inquinante, e ad un quantitativo di cenere di circa 3600 tonnellate l'anno.

Redazione MolecularLab.it (09/03/2010)
Pubblicato in Ecologia e Ambiente
Tag: fumo, sigaretta, cicca
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy