Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

La fabbrica dei sogni e' in area posteriore e profonda


Si trova in profondita nella parte posteriore del cervello la fabbrica dei sogni.
Lha suggerito a unequipe di neurologi dellUniversita di Zurigo una paziente che, colpita da ictus, ha perso

Si trova in profondita' nella parte posteriore del cervello la fabbrica dei sogni.
L'ha suggerito a un'equipe di neurologi dell'Universita' di Zurigo una paziente che, colpita da ictus, ha perso la possibilita' di sognare.
Del caso clinico gli esperti svizzeri hanno dato notizia in un articolo apparso sulla rivista Annals of Neurology.
La zona del cervello danneggiata, ha spiegato Claudio Bassetti che ha condotto lo studio, e' implicata nell'elaborazione visiva e di emozioni, nonche' nella memoria visiva.
La scoperta ha dato conferma del fatto che la fase Rem durante la quale sogniamo e' regolata da regioni cerebrali distinte da quelle dove sono 'confezionati' e controllati i nostri sogni perche' l'anziana paziente mantiene una fase Rem del tutto normale nonostante il suo sonno sia privo di sogni.
Subito dopo l'ictus la paziente, un'anziana di 73 anni, aveva tragicamente perso la vista, hanno raccontato gli scienziati, e presentava altri disturbi minori.
Dopo poco pero' la donna ha ricominciato a vedere e in concomitanza di questo fortuito recupero, la paziente ha riferito agli scienziati di aver perso i suoi sogni, la capacita' di farne.
Cosi' gli scienziati per alcuni mesi hanno osservato il cervello della donna mentre dormiva monitorando le sue attivita' con la risonanza magnetica funzionale per immagini.
La donna aveva un ciclo del sonno perfettamente normale senza distorsioni della fase Rem, o di 'rapid eyes moviments', durante la quale sogniamo. Eppure la donna diceva di non sognare piu', segno che i due eventi sono contemporanei ma dipendono da circuiti nervosi distinti.
Sempre con la risonanza gli scienziati hanno potuto tracciare una mappa precisa della zona danneggiata. Le condizioni della donna somigliano molto a quelle di una rara malattia neuro-oftalmica detta sindrome di Charcot-Wilbrand, ha riferito Bassetti, ma per capire il ruolo delle regioni legate all'elaborazione visiva nella produzione dei sogni sono al momento necessari ulteriori studi incentrati sull'analisi di come cambia il modo di fare sogni in pazienti con simili ma piu' circoscritti danni cerebrali.

Fonte: Ansa (13/09/2004)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: sogni, cervello
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy