Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Laboratorio
 Biotecnologie
 paura del futuro: non so che cosa fare
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione
Pagina: di 2

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 01 agosto 2010 : 21:47:40  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
molta gente dice che si dovrebbe chiudere la facoltà di biotech in ita i biotech non hanno un albo a cui iscriversi e pur avendo quasi le stesse competenze dei biologi, spesso non vngono assunti per svolegere molte mansioni. lo so che dovrei scegliere in base a quello che voglio io, però bisogna anche restare con i piedi per terra, perché alla fine la pancia non te la riempono i sogni. io vorrei tanto fare questa facoltà però le cose che mi spaventano sono molte:
andare al estero per cercare lavoro, mettendo al asta le tue radici, indebolendo i legami con conoscenti, amici e parenti.

la paura di far fare alla mia famiglia sacrifici inutili, in quanto dopo dovrei sgomitare abbast per trovare un lavoro e di demotivarmi, in quanto prendere una laurea in biotech è inutile se si vuole stare in ita. però dall'altra c'è semp la speranza, quella sensazione costante che mi fa pensare che le cose dovranno cambiare per forza, perché noi italini non possimao più far finta di niente. la ricerca è tutto, è lo strumento per evitare l'estinzione e noi prima o poi ci troveremo con le spalle al muro, non potremmo più lasciare allo sbando questo settore che oggi come oggi è la base dell'evoluzione umana. prima o poi dovremmo smettere di far finta che i soldi non ci sono e spenderli per altre cose, perché è vero è tempo di crisi, ma allora perché gli altri stati c'è la fanno a tenere in piedi la ricerca e noi no?

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 01 agosto 2010 : 23:00:59  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Leggendo il tuo titolo Roosvelt avrebbe detto che "the only thing we have to fear is fear itself".
E io sono d'accordo con il buon vecchio Theodore.

Citazione:
in ita i biotech non hanno un albo a cui iscriversi

Grazie a Dio non esiste un albo dei biotech. Comunque da biotecnologo ti puoi iscrivere all'albo dei biologi ed avere i tuoi interessi non protetti come gli altri tuoi colleghi biologi.

Citazione:
io vorrei tanto fare questa facoltà però le cose che mi spaventano sono molte:
andare al estero per cercare lavoro, mettendo al asta le tue radici, indebolendo i legami con conoscenti, amici e parenti.


Ricorda che gli amici veri restano in contatto anche se sei lontano. Quando stavo a Milano avevo dei conoscenti che abitavano a 10 minuti da casa mia e che sentivo per Natale, quando andava bene. Ho dei veri amici che stanno dall'altra parte del mondo e che sento almeno una volta alla settimana.
Sinceramente andare, chessò da Milano a Losanna, non è tanto diverso che andare da Milano a Roma. Ci si allontana da alcuni amici e se ne fanno di nuovi, è normale, fa parte della vita. E non è che uno debba per forza andare dall'altra parte del mondo. Ci si allontana *fisicamente* anche dai parenti, e quelli ovviamente non si possono trovare nuovi, ma non mi sembra così rara come cosa. Tantissima gente si sposa e va a vivere in un'altra città, non è una cosa ristretta ai ricercatori, succede agli ingegneri come ai panettieri come ai commessi.

Per quanto riguarda "mettere all'asta le tue radici"... quello dipende da te. Le radici italiane le mantieni se vuoi.
Quest anno abbiamo fatto un megapicnic con più di 30 italiani (più qualche infiltrato inglese, spagnolo, francese etc) per il 25 aprile. Giorno che personalmente non ho mai troppo festeggiato quando ero in Italia. E non sai quante cene italiane ho cucinato per i miei amici stranieri. Sono forse piccole cose, ma fanno piacere.

Capisco benissimo che uno potrebbe non avere voglia di andare all'estero, ne hai perfettamente diritto (anche se come dico sempre è un'esperienza che vale la pena di fare, anche se solo per un anno o due), ma credo che se i motivi sono quelli che hai elencato penso che sia più che altro un po' di paura nell'andare a vivere fuori dalla tua "comfort zone". Paura che è normalissimo avere, intendiamoci.

Citazione:
prima o poi dovremmo smettere di far finta che i soldi non ci sono e spenderli per altre cose, perché è vero è tempo di crisi, ma allora perché gli altri stati c'è la fanno a tenere in piedi la ricerca e noi no?

La crisi ha sicuramente colpito la ricerca in tutta Europa (e anche negli USA a quanto sento). In Inghilterra stanno chiudendo laboratori, in Germania, Francia e Spagna sta diventando più difficile trovare un lavoro. Questo unito al fatto che gruppi come Wellcome Trust (e non solo) stiano adottando politiche di funding piuttosto drastiche certo non aiuta.
La differenza con l'Italia è che gli altri Stati partono da una situazione che è 1000 volte migliore di quella dell'Italia, quindi anche con tutti i tagli del caso la ricerca va ancora avanti in maniera decente, solo con un tono un po' più basso di qualche anno fa.

Che i soldi ci siano (e ci siano sempre stati), ma vengano utilizzati per altre cose, credo non sia cosa su cui dibattere... ma è comunque vero dappertutto nel mondo. Solo molto peggio in Italia rispetto a certi altri Paesi.

======

Credo che innanzitutto dovresti chiarirti le idee su quello che vuoi fare nella tua vita. E' una decisione importante e non possiamo ovviamente farla noi per te, ma è inutile pensare a tutti i problemi che ti si porranno davanti se non hai chiaro quello che davvero vuoi fare. Di problemi da sormontare ce ne saranno qualsiasi facoltà tu scelga di fare, di questo ne puoi essere certo al 100%. Ma anche questo fa parte della vita e se uno è convinto di quello che vuole fare i problemi li riesce a risolvere in qualche modo.

La ricerca è la tua passione? Benissimo, a quanto vedo sai a quali problemi andrai incontro, siine cosciente, ma vale davvero la pena di abbandonare tutto solo a causa di questi problemi?
Vuoi fare il medico? I problemi saranno differenti, ma ci saranno comunque.
E così via per qualsiasi cosa tu voglia fare.

E allora meglio prendere una decisione chiara, facendo però una scelta informata.

PS: se vuoi avere una risposta più pessimista della mia non hai che da leggere gli altri 1000 post a riguardo nella sezione università del forum. Io tengo duro e sono sempre schifosamente ottimista :)

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 02 agosto 2010 : 13:40:11  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
diciamo che la ricerca è semp stato la mia passione, io adoro tutto quello che riguarda la biologia, la microbiologia e tutte le cose anesse e conesse ad esse. Queste facoltà però offrono tantissima incertezza e precarietà rispetto alle altre, almeno hai qualche speranza se vuoi stare in italia, però io volgio avere un lavoro che sia completamente sommerso con la biologia. la cosa migliore è quella di non lasciarsi condizionare da troppi fattori e da troppe persone, ogni facoltà ha i suoi problemi e la sua doese di incertezza. sono cresciuto in un ambiente dove il certo e meglio dell'incerto, anche se questo poteva dare cose migliori e dove "i piedi per terra" sono meglio del rischio. scegliere biotech sarebbe una strada tutta in salita piena di problemi e incertezza, scelgiere altre strade è meglio, però mi allontanerei dai miei sogni. ed è qui che mi trovo davanti a un bivio e metto sulla bilancia tutto e di più: cos'è meglio, rischiare di meno e avere i rimpianti per non aver scelto la strada più diffcile oppure scegliere proprio questa strada ed affronatare un mare pieno di percarietà e incertezza, continando a correre per sempre su una strada tutta in salita e difficilissima.

la mia prof diceva semp "la strada migliore è quella più difficile", però nonostante questo io non riesco a decidermi. quello che mi spaventa non è andare al estero, ma restarci.

PS: "Grazie a Dio non esiste un albo dei biotech" perché dici questo?
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6830 Messaggi

Inserito il - 02 agosto 2010 : 13:48:25  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da moro


PS: "Grazie a Dio non esiste un albo dei biotech" perché dici questo?



Quando (se) ti iscriverai a quello dei biologi ne riparleremo. Io sono fortemente speranzoso per il futuro e sono contento di farne parte per quel che rappresenta, ma all'atto pratico...

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 02 agosto 2010 : 20:31:04  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
anch'io sono molto speranzoso per il futuro, però... sinceramente è meglio sperare e sognare oppure fare qualcosa di più concreto. ci saranno tempi migliori, su questo non ci sono dubbi, ma fra quanto? fra 1-3-50 anni? cosa faranno tutti quei raga come me che decideranno di scegliere questa strada mentre aspetteranno i tempi migliori?

vedere un sogno che si realizza penso sia la cosa più bella, però devo decidere se sogare e rischiare oppure se è meglio scegliere qualcosa di più sicuro.
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 03 agosto 2010 : 00:30:31  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Quello dipende da te. Io ti direi di rischiare e inseguire i tuoi sogni, ma sicuramente altri ti diranno di andare su qualcosa di sicuro. Sinceramente non credo che ci sia la risposta giusta, è una cosa che devi decidere tu, e non è una scelta semplice.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2010 : 11:08:02  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
non mi spaventa il corso di studi, ma il futuro dopo la laurea che è così incerto, in quale città andrò? quali decisoni dovrò prendere nel laboratorio e quali problemi dovrò affrontare? quale sarà la mia ansione nel lab? quale sarà il peso delle mie responsabilità?

.............??????????????

e sopratt, sarò all'altezza di questo lavoro, avrò la capicità di modificare un protocollo per addattarlo ad altre applicazzioni?(lo so l'unuico modo per risp a questa domanda è provare, ma poi se scopro ce non sono adatto avrò fatto un buco nell'acqua che mi avrà fatto perdere tempo e denaro e sarà anche una bella delusione)

il mio sogno è fare un lavoro che sia al servizo delgi altri che possa migliorare la vita della gente.

è complicato biotech mi attira, ma l'incertezza di questo mondo mi fa paura.
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6830 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2010 : 11:16:11  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
se la tua paura è quella di non saper modificare un protocollo allora puoi anche prenderla, legarla in un sacco, zavorrarla con dei sassi molto pesanti e buttarla nel più profondo lago che conosci. Appena nato sapevi camminare? Eppure dopo un po' hai imparato. All'asilo leggevi i fumetti? Non credo, eppure ora stai pensando addirittura di fare lo scienziato! Cosa voglio dire? Semplice: si impara a fare certe cose facendole, le mansioni in lab, i protocolli, la carriera, son tutte cose che piano piano si costruiscono, non c'è da aver paura di questo. L'unica cosa che potrebbe farti pensare è quella di partire, forse, ma credo che chiunque sentirai ti dirà di farlo senza indugi

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2010 : 11:45:26  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
hai ragione! la paura di partire si mi fa paura perché è un mondo nuovo aqnche se io vengo da una scuola con un piano di studi tutto improntato sulla ch e la bio.

come dicono in molti è brutto andare all'estero per non dipendere più da mamma e papà. è questo che mi fa paura, i loro sacrifici che saranno inutili se io rimanfo disocc
Torna all'inizio della Pagina

m.ari
Nuovo Arrivato

Prov.: Livorno


47 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2010 : 14:25:07  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di m.ari Invia a m.ari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
[quoto]è questo che mi fa paura, i loro sacrifici che saranno inutili se io rimanfo disocc[/quoto]

come ti capisco! tanti sacrifici x mantenermi all'uni... speriamo ne valga la pena!
Torna all'inizio della Pagina


Utente Junior



565 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2010 : 15:10:07  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di là Invia a là un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
io sono d'accordo con chick e giuliano, fossi in te sceglierei di fare il mestiere che più ti appassiona e, come già ti ha detto qualcuno, le paure che hai valgono per ogni facoltà. Quindi allora perchè non scegliere quella che più ti piace? Forse sembro superficiale, ma in realtà anche io sono schifosamente ottimista :-)
è vero che non è facile andare all'estero, eppure ho molti amici che hanno deciso di andarci (amici che sento e vedo tutt'ora, sono rimasti tali, non è cambiato proprio niente), e sono contenti della decisione che hanno preso, che non è stata dettata dal bisogno ma dal desiderio di approcciarsi ad una nuova esperienza ( poi ognuno è un caso a sè). Io ho parlato ai miei genitori della possibilità di andare all'estero, certo loro non sono felicissimi, ma la vita è pur sempre la mia.
Quindi, ti piace la biologia? la microbiologia? bene, studiala, approfondiscila, scoprila. Almeno io la penso così :-)
Torna all'inizio della Pagina

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2010 : 20:16:57  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
stavo pensando anche di fare TLB è da un pò che ho cominciato a studiare. alla fine la mia ambizione a fare del laboratorio il mio luogo di lavoro.

ho letto il piano di studi di tutti e mi piacciono entrambi, quindi per scelgiere ho puntanto sugli sbocchi lavoratovi e le certezze.

però non ostante questo il dubbio rimane e diventerà ancora più grande se dovessi passare il test per TLB, i posti sono vermanete pochi...

vero è che inventare e creare è meglio che ascoltare ed esegiure, per costruire e ralizzare un progetto che magari avrebbe potuto essere opera tua se avessi fatto altre scelte. d'altro canto però è vero che un TLB può accedere ad una specialistica di biotech, recuperando alcuni esami ed essere cosi un biotech a tutti gli efetti. però su sta cosa devo informarmi meglio.

tipo con la sola specilistica potrei comuq iscrivermi al albo dei biologi, oppure poteri solo iscrivermi alla senz biologo junior? quanti sono gli esami da recuperare per accedere alla specilistica?
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6830 Messaggi

Inserito il - 04 agosto 2010 : 20:49:23  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da more more


tipo con la sola specilistica potrei comuq iscrivermi al albo dei biologi, oppure poteri solo iscrivermi alla senz biologo junior?

Il titolo di laurea specialistica è sufficiente per la sezione A dell'albo, quella dei junior è la B
Citazione:
quanti sono gli esami da recuperare per accedere alla specilistica?


dipende dall'uni

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 11 agosto 2010 : 19:42:15  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ciao

è necessario avere molti soldi per andare all'estero?
Torna all'inizio della Pagina

Lilly82
Nuovo Arrivato



2 Messaggi

Inserito il - 18 agosto 2010 : 11:22:59  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Lilly82 Invia a Lilly82 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
funziona?
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6830 Messaggi

Inserito il - 18 agosto 2010 : 18:36:52  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
@more more: no, ci si trasferisce, si trova un lavoretto e nel frattempo si cerca un lab

@Lilly82: cosa?

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

data
Nuovo Arrivato

airplane_canvas

Prov.: Torino
Città: Torino


89 Messaggi

Inserito il - 19 agosto 2010 : 13:07:17  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di data  Invia a data un messaggio ICQ  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di data Invia a data un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
in ogni modo io conosco molta gente che ha fatto biotec e che e` rimasta a lavorare in Italia/nella citta` dove ha studiato.
Certo non tutti, certo ognuno fa le sue scelte personali (comfort zone o meno...ci sono mille motivi diversi per non voler andare o voler andare all'estero)...in ogni modo una maniera la si trova.
Conosco persone che per continuare la carriera accademica etc hanno deciso di andare all'estero e altre che han preferito restare qui e cercarsi un lavoro da tecnici/similari. Entrambe le strade hanno vantaggi e svantaggi ma da quel che vedo io non e` che "laureato in biotec" == "dovra` andarsene" al 100%.
Per quanto mi riguarda adoro la ricerca (e per farla come mi piace ho rinunciato a 4 anni di corso di studi, grosso modo...) ma se in un futuro dopo il dottorato non trovero` borse o altro qui in zona non avro` problemi a rimettere la mia vita lavorativa in gioco, per andarmene io dovrei rinunciare a troppe cose (e non parlo di amici che si perdono, no)...non credo che la mia posizione sia cosi` diversa da chi dovrebbe metterla cmq in gioco per cercare un posto all'estero :)

http://www.medito.eu.org/vodka/odierno
Torna all'inizio della Pagina

Caivs.Ivlivs
Utente Junior

Città: Brescia


302 Messaggi

Inserito il - 19 agosto 2010 : 13:50:31  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Caivs.Ivlivs Invia a Caivs.Ivlivs un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ma... provare a fare medicina no? Hai detto che ti piacerebbe un lavoro al servizio degli altri, che ti piacerebbe lavorare a contatto con materie come chimica e biologia... facendo medicina puoi dedicarti all'attività di laboratorio e servire il bene degli altri. E' un po' lunga e impegnativa, certo, ed è anche molto dura essere ammessi. Però, se ti impegni...
Torna all'inizio della Pagina

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 20 agosto 2010 : 10:36:32  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
medicina non mi interessa più di tanto: troppi anni di studio e per il test... bè è già tanto se riesco a passare quello per TLB. lo so che a detta di molti con 5 anni di medicina puoi fare quello che vuoi, però penso che per lavorare in un laboratorio (quello che voglio fare io) medicina non sia indicata perché ti insegana a diventare medico. mentre biotech ti forma per diventare ricercatore e TLB (quello che voglio fare io per poi provare a prednere una specialistica in biotech) ti forma per diventare un laboratorista.

E' vero che il medico può stare in laboratorio, però mi sembra di capire che di pratica ne faccia poca in questo senso o sbaglio?
Torna all'inizio della Pagina

Donde
Utente Junior

biohazard



272 Messaggi

Inserito il - 20 agosto 2010 : 21:04:04  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Donde  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Donde Invia a Donde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
more more, quando sei depressa, fatti un giro in qualche forum della facoltà di lettere e filosofia, in particolare nella sezione "Lavoro" :D

questo per dire che sì è vero, ovviamente siamo messi peggio dei medici (TUTTI sono messi peggio dei medici, anche avvocati e ingegneri), ma c'è anche chi sta molto peggio di noi. e inoltre se uno diventa biotecnologo o simile per poter fare quello che desidera nella vita, allora non è messo affatto male. anzi.. realizzare i propri sogni deve essere la priorità.
se vuoi fare lo scienziato quindi forse dovresti fare quello. se poi l'italia non permette agli scienziati di essere scienziati, non c'è molto da fare che tentare altrove. purtroppo questa è la realtà, e capisco chi non la può accettare. andare all'estero, però, non è in sé una cosa negativa, anzi. impari una lingua nuova, vedi posti nuovi, fai esperienze che in italia non farai mai. ci sono medici che vanno all'estero, perché? perché l'estero rappresenta un'opportunità nuova per tutti, non solo per noi.. anche se per noi purtroppo è spesso l'unica scelta.

per quanto riguarda l'assenza dell'albo per i biotech, questo è veramente il tuo ultimo problema :D anzi, forse è qualcosa in meno di cui vergognarsi.

infine ti dico che, se ti interessa prima di tutto la stabilità economica, anche facendo qualcosa che non di soddisfa a pieno, nessuno ti vieta di fare medicina. il carico di studio è lo stesso tanto, se puoi fare biotec puoi fare anche medicina ;)

"DNA just is. And we dance to its music."
Torna all'inizio della Pagina

Caivs.Ivlivs
Utente Junior

Città: Brescia


302 Messaggi

Inserito il - 20 agosto 2010 : 21:45:04  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Caivs.Ivlivs Invia a Caivs.Ivlivs un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Medicina sono sei anni più cinque o sei anni (a seconda della relativa scuola) di specializzazione.
In merito alla questione del laboratorio posso dirti che sbagli: almeno, noi, dove studio io, riceviamo una preparazione finalizzata a farci stare sia in reparto, sia in laboratorio. Sin dal primo anno impariamo a destreggiarci con le attrezzature più comunemente impiegate in laboratorio; logico che poi l'esperienza l'acquisisci sul campo vero e proprio - ma questo per qualsiasi professione, credo.
Torna all'inizio della Pagina

Donde
Utente Junior

biohazard



272 Messaggi

Inserito il - 21 agosto 2010 : 03:13:53  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Donde  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Donde Invia a Donde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
sì caivs, è bene che vi insegnino a stare in laboratorio. ma fare ricerca non significa saper pipettare o azionare una PCR, quello lo sa fare chiunque. se uno vuole fare il ricercatore e non il medico (sono due professioni molto diverse e non intercambiabili), è inutile che faccia medicina perché tanto la situazione come ricercatore non gli migliora. anzi, si troverà un po' svantaggiato come preparazione rispetto ai biologi. quindi tanto vale che faccia un corso di laurea scientifico che gli permetta di avere una preparazione molto più completa, che magari va oltre il semplice ambito medico.

se invece uno vuole lavorare in ospedale a fare analisi mediche, allora è vero che conviene più fare medicina. tanto puoi fare le stesse cose di biologi e biotecnologi (anzi di più), e non ti serve sapere tutte quelle cose in più che insegnano a biotecnologie.

"DNA just is. And we dance to its music."
Torna all'inizio della Pagina

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 21 agosto 2010 : 10:13:58  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
grazie per i consigli, ci penserò su e si vederà... provare non costa nulla

l'estero mi spaventa per un solo motivo che a detta di tutti è una c*****a: la lingua e poi c'è il slito problema dell'inglese che è essenziale nella ricerca ed io ho semp avuto 5... in questi giorni sto cercando di impararlo, dopottutto anche per TLB c'è l'esame di inglese.

grazie a tutti, davv!!!!
Torna all'inizio della Pagina

Caivs.Ivlivs
Utente Junior

Città: Brescia


302 Messaggi

Inserito il - 21 agosto 2010 : 12:30:59  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Caivs.Ivlivs Invia a Caivs.Ivlivs un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Donde

sì caivs, è bene che vi insegnino a stare in laboratorio. ma fare ricerca non significa saper pipettare o azionare una PCR, quello lo sa fare chiunque. se uno vuole fare il ricercatore e non il medico (sono due professioni molto diverse e non intercambiabili), è inutile che faccia medicina perché tanto la situazione come ricercatore non gli migliora. anzi, si troverà un po' svantaggiato come preparazione rispetto ai biologi. quindi tanto vale che faccia un corso di laurea scientifico che gli permetta di avere una preparazione molto più completa, che magari va oltre il semplice ambito medico.

se invece uno vuole lavorare in ospedale a fare analisi mediche, allora è vero che conviene più fare medicina. tanto puoi fare le stesse cose di biologi e biotecnologi (anzi di più), e non ti serve sapere tutte quelle cose in più che insegnano a biotecnologie.



A me risulta che facendo medicina si alzino le possibilità di trovare posto anche in laboratorio a fare ricerca, visto che molti miei professori medici, oltre ad occuparsi dell'ambito clinico, sono anche piuttosto rinomati nel campo della ricerca scientifica. Come dicevo, certe competenze si acquisiscono sul campo: anche noi facciamo tirocinio in ospedale, ma non possiamo dirci degli esperti di chirurgia solo perché assistiamo a interventi chirurgici senza toccare un bisturi. Allora, seguendo quanto dici, non dovremmo essere preparati neanche per fare i medici...
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 21 agosto 2010 : 12:49:25  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sinceramente conosco molti più biologi che medici che fanno ricerca. Chiaro che se uno guarda la ricerca fatta all'interno di ospedali o che comunque coinvolge dei pazienti la % è molto più alta, ma in quel modo si commette un grande sampling bias.
Per quella che è la mia esperienza i medici in ricerca -sopratutto ricerca di base- rappresentano una % molto bassa. Ed è normale, perchè fare medicina se vuoi fare ricerca di base? Questo non vuol dire che non puoi farlo, solo che non è la strada più ovvia. Poi non è mai tardi per cambiare idea o reinventardi.

PS: è ovvio comunque che nessun corso di laurea in nessuna Università in nessun Paese del mondo ti darà mai tutte le conoscenze necessarie per lavorare in un lab o in una sala operatoria. Saper fare un'incisione con un bisturi non vuol dire essere un chirurgo come saper pipettare una soluzione non vuol dire essere un ricercatore. Ma è un po' la scoperta dell'acqua calda...

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

Donde
Utente Junior

biohazard



272 Messaggi

Inserito il - 21 agosto 2010 : 14:49:51  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Donde  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Donde Invia a Donde un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Caivs.Ivlivs
A me risulta che facendo medicina si alzino le possibilità di trovare posto anche in laboratorio a fare ricerca, visto che molti miei professori medici, oltre ad occuparsi dell'ambito clinico, sono anche piuttosto rinomati nel campo della ricerca scientifica. Come dicevo, certe competenze si acquisiscono sul campo: anche noi facciamo tirocinio in ospedale, ma non possiamo dirci degli esperti di chirurgia solo perché assistiamo a interventi chirurgici senza toccare un bisturi. Allora, seguendo quanto dici, non dovremmo essere preparati neanche per fare i medici...



sì lo so che anche i medici fanno ricerca, anche alcuni dei miei professori sono medici e ricercatori. ma si tratta di ricerca in campo medico e clinico. non esiste solo la ricerca medica. un biologo potrebbe volersi occupare di genetica pura, di biotecnologie vegetali, biologia sintetica, evoluzione molecolare ecc.. prova ad andare a dire ad un laboratorio che fa questo tipo di ricerche che per il momento non hai molte conoscenze in questi campi ma che le acquisterai dopo con la pratica.. forse non ti assumeranno molto volentieri.
quindi dire che un medico possa fare tutto quello che fa un biologo "acquisendo le competenze sul campo" mi sembra un controsenso. allora aboliamo i corsi di laurea in infermeria e farmacia, tanto sono mestieri che potrebbe fare anche un medico dopo un po' di pratica.

"DNA just is. And we dance to its music."
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina