Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Le notizie e gli eventi scientifici della settimana - 10 Novembre 2014

La posta di MolecularLab


Newsletter del 10 Novembre 2014 di MolecularLab.it con notizie ed eventi del mondo scientifico su Biotech, Ricerca, Biochimica, Genetica, Medicina

Buon giorno,
ultima settimana per partecipare al Calendario. Proveremo la partecipazione diretta anche via Facebook.
Quindi potrete pubblicare le vostre foto anche sulla fan page http://facebook.com/MolecularLab.it (tenetevi una copia ad alta qualità, qualora foste tra i premiati).
Fino a domenica raccoglieremo le vostre foto di vita di laboratorio, esperimenti, campioni di microbiologia, piastre e quant'altro. Poi procederemo con una votazione per decidere, insieme alla redazione del sito, le foto migliori per il Calendario dei Ricercatori 2015!
Vi aspetto!
http://www.molecularlab.it/calendario2015/

Punto di svolta sulla formazione delle metastasi nel tumore al colon
03/11/2014 14:51:07 - Uno studio pubblicato dall'Università di Palermo su Cell Stem Cell, rappresenta un punto di svolta per comprendere la formazione delle metastasi, principale causa di mortalità nei pazienti con tumore del colon.
Spiega il professor Stassi, il coordinatore del team di ricerca: "Questo tipo di tumore rappresenta la seconda causa di morte per cancro nei paesi occidentali, ma eravamo ancora lontani dalla comprensione completa del meccanismo alla base delle metastasi tumorali. Il nostro laboratorio ha scoperto per primo l'esistenza delle cellule staminali del tumore del colon alcuni anni fa e ha continuato a studiarle per capire i loro punti deboli. Ora siamo riusciti a trovare le staminali che formano le metastasi, una scoperta che ci permetterà di trovare nuove strategie per distruggere queste cellule e impedire così che il tumore si diffonda".
Un passo indietro per capire meglio: le metastasi si formano ad opera delle cellule staminali maligne presenti nel tumore del colon. Queste agiscono come un serbatoio che genera continuamente nuove cellule della massa tumorale. Inoltre sono in grado di migrare in altri organi per formare tumori secondari, le metastasi appunto, in altre zone del corpo.
L'équipe del professor Stassi, in collaborazione con l'Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma e l'Istituto Superiore di Sanità, ha identificato le cellule che danno origine alle metastasi e i meccanismi che regolano il processo e la loro sopravvivenza.
Continua il ricercatore: "Il nostro lavoro si può riassumere in tre punti: le cellule staminali del tumore sono le uniche responsabili della formazione di metastasi; la loro capacità di migrare e dare origine a metastasi è dovuta alla presenza di un recettore cellulare denominato CD44v6; se si disattiva questo recettore si blocca la capacità del tumore di dare origine alle metastasi. Questo recettore agisce cioè da interruttore per la migrazione cellulare e la formazione delle metastasi".
Per quale motivo concentrarsi sul recettore CD44v6? "L'espressione di CD44v6 era bassissima nei tumori primitivi e aumentava notevolmente nelle metastasi. L'analisi approfondita di queste cellule ha dimostrato che presentano una tendenza naturale a migrare e colonizzare gli organi lontani, come il fegato e il polmone, attraverso l'attivazione di una serie di segnali metabolici che abbiamo identificato e descritto".
Grazie al supporto dell'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, che ha dedicato i finanziamenti del programma 5 per mille a sostenere le ricerche che possono produrre più rapidamente benefici per i pazienti, l'équipe di ricercatori ha potuto analizzare a fondo i meccanismi che permettono alle cellule staminali tumorali di migrare e generare metastasi. Abbiamo portato così alla luce una serie di meccanismi complessi che coinvolgono alcune proteine chiave nella biologia dei tumori, tra cui alcune sostanze solubili dette citochine che vengono scambiate tra una cellula e l'altra aumentando i livelli di CD44v6 sulle staminali e di conseguenza l'aggressività tumorale.
"In accordo con la filosofia dei fondi AIRC 5 per mille - conclude Stassi - i risultati di queste scoperte verranno messi in pratica in tempi brevi con una sperimentazione clinica finalizzata a prevenire la formazione di metastasi tramite nuovi farmaci che agiscono direttamente sulle cellule staminali del tumore del colon".
Commenta  -   Vota  -   Consiglia

I 107 geni dell'autismo
04/11/2014 14:00:19 -
Analizzando il sequenziamento dell'esoma, ovvero quella parte del genoma che codifica per proteine, ricercatori di New York hanno identificato più di 107 geni che con tutta probabilità influenza il rischio di insorgenza dell'autismo.
In particolare il prof. Joseph Buxbaum ha analizzato oltre 14 mila campioni di DNA provenienti da bambini austici, i loro genitori e per un controllo anche persone non correlate con l'autismo.
Rispetto a quanto si conosceva prima, si tratta di una ricerca importante perchè si passa dai solo 9 geni implicati nei disturbi dello spettro autistico (ASD) ad appunto 107.
Dallo studio pubblicato su Nature risulta che il 5 per cento delle persone autistiche avevano delle mutazioni su questi geni. Si ipotizza che i geni coinvolti abbiano importanti ruoli nella trasmissione sinaptica delle informazioni neurali e nella regolazione dell'espressione genica anche attraverso cambiamenti della cromatina.
I disturbi dello spettro autistico colpiscono una quota della popolazione generale variabile tra 3 e 6 individui su 10.000 e sono caratterizzati da una compromissione delle relazioni sociali, disturbi della comunicazione e comportamento stereotipato.
Commenta  -   Vota  -   Consiglia

Aumentare la plasticità neuronale bloccando un recettore
04/11/2014 16:30:18 - Secondo un lavoro pubblicando su Science Translationa Medicine, agendo sul recettore PirB si è in grado di modificare il cervello di topi adulti: aumentandone la plasticità e le capacità di apprendimento.
Il lavoro svolto dalla Stanford University e dalla University of Berkeley è partito dallo studio di cervello di topi con ...
Commenta  -   Vota  -   Consiglia

La regolazione della mielina
03/11/2014 15:30:24 - Uno studio recentemente pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Nature Neuroscience ha descritto per la prima volta un meccanismo che regola la formazione di mielina negli assoni, aprendo potenziali percorsi per nuove terapie contro le malattie demielinizzanti, come la sclerosi multipla e le neuropatie ereditarie congenite del sistema nervoso ...
Commenta  -   Vota  -   Consiglia

L'evoluzione del ritmo circadiano
04/11/2014 09:30:21 - Tutti gli organismi viventi regolano le proprie attività in base ad un ritmo circadiano, corrispondente alla durata del giorno, grazie ad un orologio interno costituito da complessi meccanismi molecolari. Tale orologio determina molti parametri fisiologici, tra cui i ritmi sonno/veglia, e si mantiene sincronizzato con il ciclo naturale del giorno ...
Commenta  -   Vota  -   Consiglia

Diagnosticare la malattia di Gaucher
05/11/2014 09:00:15 - La malattia di Gaucher è una rara patologia multisistemica causata dall'assenza dell'enzima glucocerebrosidasi, la cui funzione è quella di trasformare il glucocerebroside, sostanza derivante dalle cellule degradate, in zuccheri (glucosio) e grassi (ceramide) riutilizzabili. Come risultato di questa carenza, il glucocerebroside si ...
Commenta  -   Vota  -   Consiglia

)

Redazione MolecularLab.it (10/11/2014)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: newsletter, molecularlab
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy