Viaggio nella biologia cellulare e molecolare

Inside the Cell

13 February 2008 - 10:14

Mi presento, sono Vincenzo

» di in: Varie

Salve a tutti io sono Vincenzo Messina e pare che, indegnamente, da oggi affiancherò o aiuterò Lorenzo in questo blog.

Sono laureato in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche all’università di Catania, con una tesi sulla sperimentazione di due farmaci chelanti il ferro.

emoglobina in 3D con in evidenza i 3 gruppi eme

Adesso sto portando avanti un altro progetto di analisi predittiva del tumore all’utero (in corso d’opera) con dei ragazzi di farmacologia cellulare e molecolare.

Le mie intenzioni per questo BLOG, già reso importante e interessante da Lorenzo, sarà sicuramente quello di analizzare un po’ l’attività bio-molecolare della cellula e magari gli sviluppi farmacologici che ne potrebbero scaturire, perché no, magari analizzare l’origine di patologie a livello molecolare, spero di avere tanti amici, collaboratori, interessati all’aspetto “Inside the Cell”.

Other Posts

  1. L’organizzazione del dna e gli istoni
  2. La Cellula e la topologia del DNA
  3. Questione di identità: le nuove frontiere del controllo del differenziamento cellulare
  4. I Nodi del DNA
  5. Inside The Cell
  6. Struttura chimica del DNA
  7. I Nodi del DNA
  8. Replicazione del DNA
  9. Replicazione del DNA
Tags: blog, inside-the-cell
  • fuliggians - 13 February 2008 # 1

    come si fa a chelare il ferro? :-)

  • Lorenzo Nardi - 13 February 2008 # 2

    Carissimo Vincenzo,
    sono felice di avere un aiuto da una persona competente come te! Spero che sia reciproco.
    Spero che la creazione di questo interessante blog sia utile per creare la società della conoscienza.
    Per ora ti faccio tanti complimenti e auguri per questo affascinante viaggio nella biologia cellulare e molecolare.

  • Lorenzo Nardi - 13 February 2008 # 3

    La chelazione del ferro è trattata in chimica Bio-inorganica, più precisamente nella chimica di coordinazione…
    … in poche parole la chelazione è la coordinazione di due o più atomi donatori, appartenenti ad un singolo legante, ad un atomo metallico centrale (ferro).
    La struttura del composto risultante costituisce un particolare complesso molto stabile che vede l’atomo di Ferro centrale essere circondato a tenaglia dal chelante, come se fosse stretto tra le chele di un granchio. Il chelante è spesso definito polidentato (bidentato, tridentato)
    Il complesso risultante possiede una stabilità maggiore rispetto a quella di un complesso il più possibile simile ma non contenente alcun anello.
    Spero di averti chiarito le idee..
    ..altrimenti potrà aiutarti Vincenzo.
    Ciao!

  • mary - 18 February 2008 # 4

    ciao vincenzo.mi presento so no mary,laureanda in biologia.volevo chiederti un consiglio.secondo te x preparare un esame di microbiologia generale a biologia,è necesario avere conoscenze in biochimica?cioè mi conviene fare prima l esame di biochimica e poi microbiologia?cmq trovo interessante il tuo blog e il tuo lavoro di tesi…..qualcuno mi risponda al piu presto se può……grazie….

  • Riccardo Fallini - 18 February 2008 # 5

    Ciao Mary,
    forse il Forum del sito è quello più adatto per fare domande di questo tipo.
    Troverai diverse persone ed altri studenti che potranno esserti di aiuto. C’è proprio una categoria specifica sulla vita universitaria..

  • dario - 14 February 2010 # 6

    molto interessante! sono un medico anziano che ha scoperto la lattoferrina da poco e mi sono meravigliato che non esista nella farmacopea ufficiale, nonostante ci sia (PUBMED) una mole di lavori scientifici su gli effetti straordinari DI QUESTA SOSTANZA. Cosa mi sai dire al riguardo?
    grazie.

 

RSS feed per i commenti di questo post | TrackBack URI